Acquisti online mai consegnati: portale denunciato all’Antitrust

Avevano comprato prodotti elettronici via Internet, ma di computer, tablet, macchine fotografiche e videocamere non c’è mai stata traccia. Per questa ragione il Movimento difesa del cittadino (Mdc) ha presentato all’Antitrust un esposto contro il portale TaoStore.it per pratica commerciale scorretta. Inoltre la segnalazione comprende anche la verifica della fine che hanno fatto gli oggetti pagati e mai giunti a destinazione.

“Mai restituite le somme pagate”

La vicenda nasce da una serie di segnalazioni di consumatori e in almeno due casi gli operatori del Movimento hanno scoperto che “non solo sono state date false informazioni relative alla disponibilità dei prodotti ai prezzi di consegna, ma è stato ostacolato l’esercizio dei diritti contrattuali dei clienti, quali la restituzione della somma pagata”.

Appello ai clienti danneggiati

Dalle informazioni raccolte da Mdc, lo store elettronico è stato aperto 19 febbraio 2013, ma il 24 settembre 2014 sarebbe stato chiuso senza avvertire i consumatori né risarcire quelli che avevano appena effettuato una transazione. L’ipotesi del Movimento, inoltre, è che ci siano altri clienti rimasti con un pugno di mosche. Per questo hanno lanciato un appello chiedendo che siano segnalati ulteriori casi.

I moduli sul sito di Mdc e su Facebook

Su Facebook, dunque, è stato aperto il gruppo “Truffa Taostore.it” all’interno del quale si può scaricare il modulo di risarcimento, disponibile anche sul sito www.difesadelcittadino.it. Una volta compilato, va spedito all’indirizzo mail info@mdc.it. “Il mercato dell’e-commerce è una risorsa per l’economia del Paese”, si legge su una nota di Mdc, “il cui sviluppo non può essere danneggiato da questi episodi che vanno perseguiti con la massima severità dalla magistratura”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto