Mette online video hot della migliore amica: condannata a 80.000 euro di risarcimento

Deve risarcire con 80.000 euro la sua amica del cuore per aver diffuso in rete in video hard che la ritraeva. Lo ha deciso il tribunale di Trani per un fatto che risale al 2006, quando l’autrice del filmato hot aveva 16 anni. Come riporta la Gazzetta del Mezzogiorno, riprese la sua migliore amica, coetanea, dentro una cabila al lido di Molfetta (Bari). Con lei c’era il fidanzato e i due, come si evince dalle immagini, si erano appartati per alcune effusioni.

L’avvocato: “Gesto devastante”

Il video, una volta su Internet, ha sottolineato l’avvocato Bepi Maralfa, “ha portato effetti devastanti. Il video fu realizzato e diffuso con un programma peer to peer, privo di client e server fissi, sicché una volta acquisito il file, ogni nodo ne diventava a sua volta distributore. Di qui l’impossibilità di bloccare la diffusione del file per giungere al suo sequestro”.

L’autrice identificata da un braccialetto

All’identificazione dell’autrice del video i carabinieri sono giunti grazie a un braccialetto in cotone legato stretto al polso della persona che realizzò il filmato con un telefonino e dal fotogramma di un pareo azzurro e nero.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto