Parigi: caccia alla terrorista misteriosa

Quattro terroristi morti, altrettanti gli ostaggi deceduti, ma le paure dei francesi non si sono spente con la conclusione dell’azione di ieri.

È ancora ricercata Hayat Boumedienne, 26 anni,  la compagna di Amedy Coulibaly, 32 anni, il sequestratore del negozio kosher di Parigi ucciso nel drammatico blitz delle forze speciali.

Il giallo riguarda anche la sua presenza nel negozio secondo fonti di polizia citate dalla Cnn sarebbe riuscita a sfuggire al blitz delle forze speciali, mentre quelle citate da Le Monde escludono la sua presenza nel locale.

Lo andò a prendere all’uscita dal carcere

 

aaaamisteriosa

I due (insieme nella foto qui sopra) erano legati sentimentalmente dal 2010. Hayat andò a prendere Coulibaly all’uscita dal carcere. Da quel momento i due hanno iniziato a vivere insieme. Anche Boumedienne è stata interrogata dall’antiterrorismo nel 2010 e secondo Le Monde avrebbe detto alla polizia che nel corso di una visita a Beghal a Murat il gruppo si sarebbe allenato al tiro con la balestra.

 

Solidarietà anche nella Nba

“Je Suis Charlie” è arrivato, intanto, anche nella Nba. Il cestista dei Washington Wizards, Kevin Seraphin, nato nella Guyana francese, si è presentato in campo prima del match contro i Chicago Bulls, indossando una maglia nera con la scritta bianca “Je Suis Charlie” (la vedete nella foto grande).

Il giorno prima era toccato al cestista francese dei Portland Trail Blazers, Nicolas Batum, che ha mostrato una maglia simile prima della partita contro i Miami Heat.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto