I cocchi di mamma sono più esposti alla depressione da adulti

Essere il cocco di mamma sarà pur piacevole sul momento, ma a lungo andare rischia di provocare depressione, soprattutto in età adulta. Lo afferma uno studio della Purdue University effettuato su 725 bambini appartenenti a 309 famiglie e pubblicato su Journal of Gerontology: Social Sciences. E per ogni nucleo familiare sono stati analizzate 4 situazioni: il favoritismo, la vicinanza emotiva, i conflitti e l’orgoglio-delusione.

Da grandi tensioni con i fratelli

“I bambini che si sentono più legati emotivamente alle mamme”, ha detto Jill Suitor, professore di sociologia alla Purdue, “presentano molti sintomi della depressione. Non sviluppano meno disturbi di quelli che invece si trovano continuamente in conflitto con la figura materna”. Secondo Megan Gilligan, docente alla Iowa State University, “una volta cresciuti, i figli preferiti dai genitori sperimentano una maggiore tensione nei confronti dei fratelli”.

Conflitti che esplodono con la mezza età

Le rivalità tra fratelli si acuiscono in 2 casi: l’invecchiamento delle madri e la conseguente necessità, da parte dei figli, di prendersene cura, oltre all’avvicinarsi alla mezza età da parte dell’ormai ex bambino preferito.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto