Sapori dell’autunno: tre ricette per una cena completa a base di castagne

Ottobre è il mese delle castagne per eccellenza: che ne venga respirato l’inconfondibile profumo per le strade oppure che siano raccolte in cesti nelle passeggiate autunnali in campagna, sono e restano le protagoniste indiscusse di questa stagione intermedia. Costituiscono un elemento molto duttile in cucina, prestandosi alla preparazione di piatti sia dolci che salati. Abbiamo selezionato per voi tre ricette: un primo piatto, un secondo e la crema di castagne.

Tagliatelle con speck e castagne

Ingredienti per 4 persone: 300 grammi di tagliatelle all’uovo, 150 grammi di speck, 250 grammi di castagne lessate, 30 grammi di burro, mezza cipolla, olio quanto basta, una spolverata di parmigiano grattugiato.

Dopo aver tagliato lo speck e le castagne lessate in pezzetti, li si aggiungono al soffritto – fatto in un’ampia padella – con cipolla, burro e olio; facendo cuocere per circa 5 minuti, mescolando e salando quanto basta. Nella stessa padella viene quindi versata, con un po’ di acqua di cottura, la pasta precedentemente cotta in una pentola a parte. Prima di servirle ben calde, le tagliatelle vengono fatte saltare per 2-3 minuti, dopo averle spolverizzate di parmigiano.

Polpettine di castagne e ricotta

Ingredienti per 16 polpettine: 400 grammi di ricotta, 400 grammi di castagne lessate, 6 cucchiai di parmigiano grattugiato, olio prezzemolo tritato e sale quando basta.

In un frullatore vengono inserite le castagne lessate, la ricotta, il prezzemolo, il parmigiano e un pizzico di sale. Con il composto ottenuto si formano quindi delle piccole palline e le si dispongono su una teglia foderata con carta da forno. La teglia viene messa in forno preriscaldato a 200 grammi, per circa 20 minuti; avendo cura di girare le polpette a metà cottura. Le polpettine, lasciate intiepidire, vengono quindi servite nel piatto.

Crema di castagne

Ingredienti per 1000 millilitri di prodotto: 1 chilogrammo di castagne di dimensioni medio-grandi, scorza di mezzo limone, 330 millilitri di acqua, mezzo baccello di vaniglia, 300 grammi di zucchero.

Dopo aver lavato le castagne sotto l’acqua corrente le si fanno bollire – per 15 minuti almeno – in una pentola colma d’acqua. Quindi le si scolano e le si lasciano raffreddare, prima di sbucciarle. Le castagne sbucciate vengono quindi passate nello schiacciapatate per ottenere una polpa da mettere momentaneamente da parte. Si incide quindi il baccello di vaniglia nel senso della lunghezza e vi si estraggono i semi interni. In un tegame con il bordo alto si pongono lo zucchero, l’acqua, il baccello di vaniglia e i semi: si cuoce a fuoco medio, fino a quando lo zucchero si sarà sciolto completamente; mescolando per circa 10 minuti con una frusta.

A questo punto, con una pinza da cucina si elimina il baccello di vaniglia e si aggiunge la polpa di castagna, mescolando bene il tutto. In ultimo si aggiunge la scorza di limone precedentemente grattugiata. Il composto così ottenuto verrà fatto cuocere a fuoco basso per circa 1 ora, mescolando ogni tanto con un cucchiaio di legno. Raggiunta la consistenza cremosa, la crema di castagne così ottenuta è pronta per essere travasata nei vasetti o per essere gustata immediatamente.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto