Ombretti e eyeliner, ecco come farli in casa

Quante volte ve lo siete chiesto? Matite, ombretti e cosmetici per gli occhi possono farci più male che bene, per la presenza dei metalli pesanti e di ingredienti potenzialmente allergizzanti. Il rischio, però, si riduce se imparate a fare in casa, cosmetici naturali. A patto che li conserviate nel modo giusto e che li consumiate nel giro di pochi giorni. Quanto al procedimento, occorre soltanto avere tempo libero e gli ingredienti giusti. Ecco le ricette di ombretto e l’eyeliner.

 

Carbone vegetale per un effetto smokey-eye

Il carbone vegetale (o carbone attivo), utilizzato contro i disturbi di stomaco e intestino, si trova in commercio sotto forma di compresse. Potete sgretolarne qualcuna – a seconda della quantità di ombretto desiderata – riducendola in polvere fine. La si compatta quindi aggiungendo qualche goccia di acqua distillata e la si utilizza immediatamente con l’aiuto di un pennello.

 

Cioccolato amaro, semi di papavero e zafferano per creare le tonalità

Se sostituite il carbone vegetale con altri ingredienti naturali – sempre polverizzati finemente – potete creare tonalità differenti. Per esempio, unendo il cioccolato amaro allo zafferano si ottiene un particolare effetto bronzo. I semi di papavero macinati – di colore nero – scuriscono invece la sfumatura. Per evitare di sbagliare tonalità è consigliabile iniziare con piccole quantità di ingredienti, incrementandole a seconda della tonalità più consona al personale colore di viso e occhi.

 

La mica per un ombretto in polvere a effetto perlato

La mica, minerale pigmentato, conferisce alla pelle un elegante effetto perlato. In commercio ne esistono di vari colori: amalgamando i diversi pigmenti, ed evitando accuratamente la formazione di grumi che potrebbero avere sulla pelle un effetto abrasivo, potrete creare diverse tonalità.
Per ottenere il verde acqua, per esempio, occorrono 30 grammi di mica color smeraldo e 30 grammi di mica gialla. Per il colore moca, 30 grammi di mica marrone e 30 grammi di mica color bronzo. Per il viola, 30 grammi di mica viola e 30 grammi di mica blu.

 

Il procedimento

Per ottenere la polvere versate il mix di pigmenti in una piccola ciotola di vetro e si aggiunge 1/8 di cucchiaino di olio di Jojoba, mescolando fino a completo assorbimento. Spruzzate poi sopra l’alcool isopropilico, in modo da bagnarlo uniformemente senza però inzupparlo. Infine mescolate il composto ottenuto e distribuitelo in due confezioni vuote di ombretto, utilizzando un misurino o un dosatore. Se superate il limite, l’ombretto deve essere pressato, posizionando un panno sul contenitore in modo da coprire completamente l’apertura. Con il lato piatto di un tappo di bottiglia – oppure con altro oggetto piatto e di piccole dimensioni – premete delicatamente sul panno; appiattendo così il prodotto. Sollevate quindi, con cautela, il panno dal contenitore. Chiudete infine la confezione di ombretto, pronto per essere spalmato sulle palpebre.

 

Ombretto in crema alla cera d’api

Per fare in casa un ombretto morbido in cera servono  2,5 gr di burro di Karité, 2,5 gr di olio di Jojoba, 1,2 gr di cera d’api, 3 gr di pigmento naturale, 0,5 gr di Tocoferolo (vitamina E). Sciogliete a bagnomaria la cera d’api, aggiungendo il burro di Karité – precedentemente sciolto – e l’olio di Jojoba.
Lasciate raffreddare il composto e aggiungete il Tocoferolo e il pigmento naturale – facilmente reperibile in commercio – assicurandovi che il mix risulti ben omogeneo. Inserite il composto in un contenitore di vetro sufficientemente capiente e lasciatelo raffreddare fino a quando non si sarà completamente indurito. Ricordate di applicarlo sul viso dopo due ore di raffreddamento in frigorifero, oppure – a temperatura ambiente – dopo due giorni dalla produzione.

 

Eyeliner

Per ottenere un eyeliner dovrete procurarvi un piccolo contenitore, una mandorla, un accendino o una candela, 1-2 gocce di olio di oliva, un cucchiaio, un bastoncino, pinzette. Prendete la mandorla con una pinzetta, bruciatela con un accendino o con una candela fino ad annerirne la superficie. Con la parte convessa del cucchiaio, triturate la mandorla fino a ricavarne polvere. Aggiungete l’olio di oliva, mescolando con il bastoncino. Amalgamate 2 gocce se desiderate un prodotto liquido; 1 goccia, per ottenere un eyeliner più secco. Il composto andrà quindi inserito in un piccolo contenitore, pronto per essere applicato sulle ciglia con un pennello.

 

Come conservarli al meglio

Ombretto ed eyeliner prodotti in casa non contengono i conservanti tipici dei prodotti industriali commercializzati. Abbiamo quindi chiesto qualche suggerimento su tempi e modi di conservazione a Giulia Penazzi, Cosmetologa e autrice di diversi libri sulla cosmesi.
“Si tratta di cosmetici da utilizzare intorno agli occhi, ovvero una zona estremamente sensibile, a rischio di infezioni e allergie. Occorre pertanto consumarli velocemente – al massimo nel giro di una settimana, dopo averli conservati in luogo fresco e asciutto. Quelli contenenti acqua, in frigorifero”, dice l’esperta.
La dott.ssa Penazzi conclude poi specificando che “In linea generale, i cosmetici più problematici da conservare sono quelli che contengono acqua. Ma se i trucchi fatti in casa sono anidri – come quelli sopra proposti – il rischio di sviluppare batteri e muffe si riduce notevolmente”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto