La7: fuori Bignardi e Innocenzi, confermati Crozza e Floris

Fuori Daria Bignardi e Giulia Innocenzi (nella foto con Myrta Merlino, confermata alla fascia pomeridiana). I nuovi palinsesti su La7, per la prossima stagione, non prevedono più due delle trasmissioni che più hanno fatto parlare di sé, “Le invasioni barbariche” e “Announo” condotta dalla delfina di Michele Santoro, che si è preso una pausa dal piccolo schermo. Non si tratta però di uno strappo, almeno a giudicare dalle parole dell’editore Urbano Cairo, secondo il quale rimane il “giudizio più che positivo per entrambe, ma dovremo ragionarci sopra se è il caso di rifare quei programmi. Bignardi forse ha pagato un po’ la lunghezza del suo ma è stata lei a voler andare oltre la mezzanotte, per quanto riguarda la Innocenzi i dati di ascolto sono stati buoni, ma ci aspettavamo qualcosa di più”.

Spazio al talent comico e alla finale di Miss Italia

Tra gli ingressi, invece, un talent dedicato alla comicità con Alessandro Siano e il team di “Made in sud”. Partirà dal prossimo ottobre e si intitolerà “Il boss dei comici”. “Aver portato dei cambiamenti ha dato i suoi frutti”, ha aggiunto Cairo, “oggi riteniamo sia giusto fare altri cambiamenti allargando di più all’intrattenimento”. E sempre nel tema di comicità, stavolta con netta prevalenza della satira, è la riconferma di Maurizio Crozza. Tra i grandi acquisti de La7 c’è la finale di Miss Italia, affidata alla conduzione di Simona Ventura e con Vladimir Luxuria in giuria.

Torna al completo il comparto dell’informazione

Inoltre, dopo l’esordio su Sky, verrà passata in chiaro la fiction su Tangentopoli “1992” con Stefano Accorsi, che sarà accompagnata da dibattiti sul sistema della corruzione da Mani pulite a oggi. Sempre in tema di informazione, poi, rimane ancora Enrico Mentana alla direzione del telegiornale, “Dimartedì” con Giovanni Floris, “Piazza pulita” con Corrado Formigli e “La gabbia” e a Corrado Formigli. Infine “Otto e mezzo” con Lilli Gruber.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto