Unicoop Firenze riduce le aperture domenicali dei supermercati: “Scelta etica”

Svolta di Unicoop Firenze, una delle più grandi cooperative italiane. Per la prima volta da quando è scattata la liberalizzazione, Unicoop ha deciso di ridurre nettamente le aperture domenicali e festive.

 

40 aperti soltanto la mattina

Da domenica prossima 11 giugno 40 supermercati della cooperativa toscana rimarranno aperti solo di mattina (dalle 8,30 alle 13,30), a cui si aggiungono altri otto punti vendita – quelli di Pisa, Lamporecchio (Pistoia), Fiesole, Rufina, Dicomano, Vicchio, Barberino di Mugello (Firenze) e Colle Val d’Elsa (Siena) – perché si trovano in zone molto frequentate d’estate dai turisti.

56 supermercati resteranno chiusi

Invece gli altri 56 punti vendita dei 104 della Toscana sparsi nelle province di Pisa, Lucca, Pistoia, Prato, Firenze, Siena e Arezzo rimarranno chiusi tutte le domeniche e per 10 festività religiose e civili (tra cui Ferragosto, Natale, Pasqua, 25 aprile, Primo maggio e 2 giugno). Finita l’estate anche gli altri otto punti vendita rientreranno nelle chiusure.

La riscoperta delle “feste comandate”

La decisione controcorrente di riscoprire il valore delle feste “comandate” la spiega la presidente del consiglio di sorveglianza di Unicoop Firenze, Daniela Mori (nella foto sopra): “Una cooperativa deve soddisfare i bisogni senza forzare i consumi e tenga insieme etica e impresa, valori cooperativi e sostenibilità economica”.

La Mori poi aggiunge: “Ci prendiamo il rischio di avere una diminuzione delle vendite, ma non siamo fatti di sole vendite: dobbiamo vedere che valore economico producono”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto