Il meccanico di Kimi: “Grazie a tutti, l’operazione è andata bene”

“L’operazione è andata bene. Voglio ringraziare tutte le persone che hanno chiesto di me e si sono preoccupate. Solo un grande GRAZIE. Abbracci”: questo il saluto postato su Instagram di Francesco Cigarini, il meccanico che ieri si è fratturato tibia a perone al box Ferrari.

Il suo saluto, in italiano e inglese, ha voluto tranquillizzare tutti, dopo i momenti di tensione vissuti in pista al 36° giro: Kimi si ferma per la seconda sosta e riparte al verde, ma con la gomma posteriore sinistra che non era stata ancora sostituita e investendo così l’incolpevole Francesco Cigarini. Ritiro per il finlandese, fermo in corsia box, e frattura alla gamba sinistra per il meccanico che, portato prima al centro medico e poi all’ospedale di Manama ha ricevuto la solidarietà di Marchionne e la visita, in serata, di Maurizio Arrivabene, il team principal, che già aveva mandato sul podio a ritirare il premio per i costruttori un altro meccanico in onore di Francesco.

 

Sebastian Vettel ha vinto anche il Gran premio del Bahrain, seconda gara dell’anno, nel giorno in cui correva il suo 200° Gran premio in Formula 1. Felicissimo sul podio Sebastian, che non stava nella pelle e che con due vittorie in due gare capeggia la classifica del mondiale piloti.

Il team manager della Ferrari, Maurizio Arrivabene, subito dopo la fine della corsa ha dichiarato che Francesco Cigarini, il meccanico che si è infortunato ai box della rossa, mentre cambiava una ruota dlela vettura di Kimi Raikkonen, ha riportato la frattura di tibia e perone.

Kimi subito dopo l’incidnete è stato fernato ai box e si è ritirato.

“Per questo – ha aggiunto Arrivabene – è stato mandato un meccanico sul podio per la premiazione”.

La Ferrari non vinceva le prime due gare stagionali dal 2004, con Schumacher.

Colpisce, infatti, il modo in cui la vittoria è arrivata. La Ferrari, infatti, che sembrava ingabbiata dalla strategia Mercedes, con i box con dei problemi dopo l’incidente con Raikkonen che ha travolto il meccanico Francesco Cigarini, ha puntato su un’impresa impossibile: arrivare alla fine senza il cambio gomme, usando cioé un’unica gomma, la soft gialla, per 36 giri. Nessuno sapeva se era in grado di farcela, ma Seb ha guidato benissimo, in modo da portare le gomme in salvo fino al traguardo.

Il numero uno della Ferrari è riuscito così a tenere a bada Bottas, secondo all’arrivo per pochi centesimi, mentre un depresso Hamilton è arrivato terzo.

Sorpresa anche per il quarto posto, conquistato dal pilota della Toro Rosso Gasly, che mai avrebbe immaginatgo di arrivare così in alto.

Fuori entrambi i piloti della Red Bull, Verstappen e Ricciardo, per problemi diversi alle vetture. Verstappen si era anche toccato con Hamilton, sempre nei primi giri.

Il meccanico Ferrari ferito ai box dalla vettura di Raikkonen è stato portato al centro medico.

 

L’incidente di Raikkonen ai box

Incidente per Kimi Raikkonen ai box della Ferrari durante il pit stop. Il pilota è ripartito mentre un meccanico era ancora al lavoro alla ruota posteriore sinistra. Il giovane è stato sbalzato via ed è rimasto ferito, anche se ancora non si conosce la gravità dell’incidente.

Si sa solo che il meccanico è cosciente e che lo stanno portando al centro medico del Gran premio per verificare le sue condizioni. Le telecamere sono state allontanate dai box Ferrari.

Raikkonen non ha potuto più ripartire. Una giornata nata bene per le rosse, diventata poi problematica.

Kimi è partito presto dopo il pit stop ma perché?

A quanto si capisce Raikkonen è partito troppo presto, prima che fosse fissata la gomma anteriore sinistra ed è stato costretto a fermarsi pochi metri dopo.

Quindi sarebbe stato il pilota a provocare l’incidente col meccanico. Ma c’è anche chi fa notare che mai Raikkonen sarebbe partito senza un “via libera”. Ci deve essere stato, quindi, almeno un equivoco durante in Pit stop.

 

Forse nuova strategia per Vettel

Il ritiro di Kimi potrebbe provocare anche un cambio di strategia del muretto Ferrari per Vettel.

Visto che mancano 10 giri alla fine (sono in tutto 57) la Ferrari potrebbe decidere di non fare il pit stop per Sebastian. Strategia rischiosa, ma è l’unico modo per portare Vettel alla vittoria.

Le Red Bull si ritirano nei primi giri

Inizia subito con problemi per entramble le Red Bull il Gran premio del Bahrain. Quella di Ricciardo si ferma improvvisamente nel deserto.

L’auto invece di Verstappen si tocca con un’altra vettura e buca. È costretto di fermarsi per cambiare una gomma. Ma dopo un po’ si ritira anche lui.

Intanto Vettel è partito in testa, mentre Raikkonen è terzo, perché è stato superato dalla Mercedes di Bottas. Ancora nelle retrovie Hamilton, che però sta facendo di tutto per risalire.

Prima fila rosso Ferrari

Prima fila tutta rosso Ferrari al Gran premio del Bahrain. In Pole partirà oggi (domenica 8 aprile, alle ore 17,10, diretta su SkyF1) Sebastian Vettel, che l’ha conquistata all’ultimo respiro. Secondo l’altra rossa di Kimi Raikkonen, autore di ottimi giri per tutto il pomeriggio, terza la Mercedes di Bottas.

Hamilton – in base ai tempi realizzati ieri – doveva partire quarto con l’altra Mercedes (come mostra anche il grafico qui in basso), invece uscirà dalla griglia al nono posto, perché pagherà 5 posti di penalizzazione per sostituzione del cambio.

Ancora peggio è andata alla Red Bull di Verstappen, che partirà dal 15° posto, perché ha sfasciato l’auto contro un muretto.

La Red Bull di Daniel Ricciardo partirà invece quarta, mentre un lusinghiero quinto posta tocca a Gasly pilota della Toro Rosso, che mai immaginava di superare le qualifiche in questo modo.

 

In gioco la Pole del Bahrain

Alle 17 in Bahrain ci si gioca la Pole. Diretta su Sky Formula1, differita anche su Tv8. Dalle 14 alle 15 le terze prove libere.

Ferrari al comando nelle seconde libere del Gran Premio del Bahrain. Kimi Raikkonen ha staccato il miglior tempo in 1’29”817 davanti al compagno di squadra Sebastian Vettel (+0,011, nella foto in basso). Dietro le due Mercedes di Valtteri Bottas (+0,563) e Lewis Hamilton (+0,563), che però sarà penalizzato di 5 poste sulla griglia di domani. In quinta e sesta posizione le due Red Bull, molto bene nel passo gara, con Mark Verstappen (+0,928) davanti a Daniel Ricciardo (+0,934).

 

Raikkonen per una volta contento

”Sono abbastanza contento, cerchiamo delle soluzioni, spero che domani si possano mettere tutte insieme”: Kimi Raikkonen appare soddisfatto della sua Ferrari dopo le seconde libere del Gp del Bahrain che lo hanno visto firmare il miglior tempo.

”È stato un venerdì normalissimo – aggiunge il pilota finlandese ai microfoni di Sky – questo mi rende felice”. Poi Raikkonen spiega il problema alla fine delle prove che lo ha costretto a fermare la SF71H a circa un quarto d’ora dal termine: ”Mi dicono si tratti della ruota di dietro, sembra si sia un po’ sgonfiata”.

Hamilton sostituisce cambio, -5 posti in griglia

Inizia, invece, in salita il weekend in Bahrain per Lewis Hamilton. Il campione del mondo della Mercedes ha dovuto sostituire il cambio della sua W09. per questo pagherà una penalità di cinque posizioni da scontare sulla griglia di partenza nella gara di domani, domenica 8 aprile.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto