Danica Roem prima trans eletta in Virginia, De Blasio ancora sindaco di New York

Danica Roem (nella foto in apertura) è la prima transgender eletta in un Congresso statale negli Stati Uniti, in Virginia. Una vittoria doppiamente significativa visto che la giornalista di 33 anni, democratica, ha conquistato il seggio di Richmond, che è stato per 13 mandati del repubblicano Robert G. Marshall, lo stesso che aveva appoggiato un disegno di legge che avrebbe posto limiti ai bagni pubblici che i trans avrebbero potuto usare.

De Blasio trionfa a New York e ora punta Trump

Trionfo atteso per il democratico Bill de Blasio che è stato rieletto sindaco di New York per il secondo mandato, sconfiggendo la candidata repubblicana Nicole Malliotakis e diversi candidati di “terzi” partiti. Una vittoria data per scontata ma che assume particolare rilevanza sul piano nazionale, sia per il fronte democratico sia per l’eventuale sfida a Donald Trump nel 2020.

 

Il messaggio del sindaco rieletto

“Questa sera, New York ha mandato un messaggio alla Casa Bianca. Il nostro messaggio è che non si possono voltare le spalle ai valori della propria città, perché la vostra città combatterà” ha commentato de Blasio sfidando così apertamente Trump. Il sindaco di New York, che ha incentrato tutta la propria campagna elettorale sulla difesa dei newyorkesi, ha ottenuto il 66,1% dei consensi contro il 28,1% della rivale repubblicana Nicole Malliotakis, stando ai risultati riguardanti il 97% dello spoglio.

Tra gli applausi dei suoi sostenitori, al Brooklyn Museum, De Blasio, italo-americano di 56 anni, ha aggiunto: “Noi difenderemo il sistema sanitario. Difenderemo gli immigrati (…) perché quando vengono attaccati, siamo tutti attaccati!”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto