50 disequazioni numeriche fratte in una volta, novembre perché mi perseguiti?

Come ogni anno mi ero illusa che la scuola fosse facile in fin dei conti, ma come ogni anno era solo un’illusione dovuta alle prime settimane in cui ti sembra di vivere in un mondo perfetto senza compiti, senza interrogazioni, senza verifiche e senza niente di tutto quello che ora mi sta assalendo come un mostro uscito dalla lavagna.

Ebbene sì, oggi voglio parlarvi dei compiti che arrivano sempre in compagnia delle loro amiche verifiche e delle loro compagne interrogazioni che ogni giorno i professori, come fosse un divertente passatempo ci assegnano.

Tutto inizia dopo pranzo: bella tranquilla me ne vado in camera, prendo il diario, lo apro e leggo le cose da fare per il giorno seguente…

Fino a settembre questo era un momento alquanto piacevole, perché aprivo e mi trovavo davanti a un paio di esercizi di matematica, cinque paginette di chimica da studiare, tre di geografia e dopo quei quaranta minuti, un’ora massimo, ma proprio esagerando, era tutto finito, C’ERA ANCORA IL SOLE e potevo uscire spensierata con i miei amici o andare in palestra a piedi che tanto ci si vedeva e non rischiavo di essere assalita da qualcuno (mamma perché mi trasmetti queste fobie?).

Magicamente un giorno mi sono svegliata che era novembre e magicamente dopo pranzo la vista dei compiti scritti sul diario non è stata più così piacevole, perché quel paio di esercizi di matematica sulle divisioni, eh ragazzi sì, ve lo sto per dire, sono diventati 50 disequazioni numeriche fratte  (più, ovviamente, le esercitazioni sul tutor online, che fortuna che abbiamo da avere una prof così avanti nel mondo della tecnologia eh?), le pagine di chimica sono diventate 19 e quelle di geografia 45.

Detto questo, se (e dico se) dopo quelle tre ore riesco a finire i compiti, il sole ormai è andato a quel paese perché sono le 5.30 e a novembre alle 5.30 è buio (che gioia la vita!!) per cui mi viene da chiedermi se qualche mostro alieno stia invadendo la terra prima di ricordarmi che è novembre e che tutta questa situazione è normale e durerà altri (1 dic. 2gen. 3feb. 4mar. 5apr. 6.maggio 7.maggio 8.giugno) 8 mesi.

Sì, scusate, lo so, ho qualche difficoltà a calcolare i mesi rimanenti e cose simili e non mi sono sbagliata, maggio vale doppio perché sarà pieno zeppo di tante cose brutte come quelle citate all’inizio del post, auguratemi buona fortuna mentre io nel frattempo vi auguro buona settimana, baci baci

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto