Partite Iva: dal 1° luglio no carta carburante e dal 2019 fattura elettronica per tutti

Novità in vista per i possessori di una partita Iva. A partire dal 2019, infatti, diventa obbligatorio per tutti, anche per i privati, emettere fatture elettroniche, finora riservata a chi deve ricevere un compenso dalla pubblica amministrazione. La modifica avverrà in due tempi.

Benzina e gasolio

Il primo, che coincide con il 1° luglio 2018, riguarda la carta carburante, che sparisce. Al suo posto arriva la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica dei pagamenti benzina o gasolio. In pratica si potrà pagare solo con carta di credito a fini fiscali oppure con altri metodi elettronici. Mancano ancora le informazioni di dettagli su cui sta lavorando l’Agenzia delle Entrate.

Il secondo passaggio

Il secondo step inizia invece il 1° gennaio 2019, coinvolgerà i settori che effettuano operazioni tra privati e obbligherà alla fatturazione elettronica sempre utilizzando il già noto Sistema di Interscambio (Sdi), già utilizzato per le fatture della pubblica amministrazione. Dunque, per i titolari di partita Iva, è necessario iniziare a pensare a una soluzione.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto