Ikea si ricompra i mobili fino al 60% del valore iniziale

Ikea entra nel mondo dell’usato. Con il progetto pilota “Second Life” nel punto vendita svizzero di Spreitenbach, il colosso svedese vuole capire se funziona l’idea di “rottamare” i mobili vecchi. Il loro portavoce Manuel Rotzinger ha presentato l’iniziativa in un’intervista all’elvetico Nzz am Sonntag, spiegando che “partirà nel gennaio del 2018”.

Esperimento di tre mesi

“Per tre mesi”, annuncia, “ricompreremo la vostra credenza, l’armadio, il divano, la cassettiera o il tavolo di seconda mano. Il prezzo? Potrebbe anche arrivare al 60% di quanto si è pagato. Tutto dipende da quanto sono tenuti bene”. Al posto dei contanti, precisano da Ikea, verranno dati dei “voucher come già fa nell’abbigliamento H&M con i vestiti usati”.

Merce rivenduta in spazio ad hoc

I buoni potranno essere spesi nell’acquisto del nuovo, mentre l’usato verrà rivenduto in un’area dedicata per coprire i costi dell’iniziativa. Se la prova funzionerà, allora, il progetto “Second Life” sarà allargato a tutta la Svizzera e a ruota anche ad altri Paesi, Italia compresa.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto