Napoli, oggi chiude la mostra per Riccio: evento con Bassolino su Berlinguer

Evento politico e culturale dedicato allo storico segretario del Partito comunista italiano scomparso nel 1984, Enrico Berlinguer, per la chiusura della mostra “Con gli occhi di Mario”, cento scatti di Mario Riccio (nella foto sotto), fotoreporter dell’Unità di Napoli. L’appuntamento, organizzato sempre dalla rivista “InfinitiMondi. Bimestrale di pensieri di libertà”, è per  martedì 7 novembre, nel capoluogo campano, dove, a partire dalle 17, prende il via la presentazione del libro di Pietro Folena “Enrico e Francesco” (Castelvecchi).

Presente anche Bassolino

La presentazione è un’anteprima nazionale e particolare il taglio, dato che mette a confronto Enrico Berlinguer a papa Francesco Bergoglio. Insieme all’autore, saranno presenti Antonio Bassolino, il già sindaco di Napoli che è stato anche presidente della Regione Campania e parlamentare, oltre che ministro, Anna Laura Orrico, animatrice di esperienze di rinascita civile in Calabria, e don Tonino Palmese, sacerdote impegnato da sempre sui temi sociali e della lotta alla camorra. Di seguito reading dell’attore e drammaturgo flegreo Mimmo Borrelli.

Bassolino ha appena annunciata la sua uscita dal Pd, partito che ha contribuito a fondare, e sarà interessante vedere se avrà qualcosa da dire dopo il risultato elettorale siciliano, disastroso per i Dem.

“Una storia di sinistra”

“Sono stati 18 giorni intensi nei quali abbiamo cercato di riflettere sulla storia della sinistra”, ha dichiarato alla vigilia della chiusura della mostra Gianfranco Nappi, direttore editoriale di InfinitiMondi di cui Massimiliano Amato è direttore responsabile. “Una storia che ha saputo intrecciarsi con quella dell’intera società napoletana e campana. Una riflessione tesa a ricostruire una memoria dispersa, non solo perché è giusto riproporre il valore di un patrimonio democratico e di generazioni che hanno vissuto l’impegno per il cambiamento come propria ragione di vita, ma soprattutto perché questa tensione, insieme etica e critica, si ripropone come una esigenza per l’oggi, per rispondere alle contraddizioni dello sviluppo ingiusto che caratterizza il nostro tempo”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto