Xiaomi, è cinese il 4° smartphone al mondo

Sorpresa importante dalla Cina: Xiaomi è diventato il terzo produttore mondiale di smartphone per unità vendute, anche se solo per poche ore prima di essere superato da Lenovo (grazie all’acquisizione di Motorola).

Lo smartphone finora si vende solo sul mercato interno cinese (che certo non è piccolo). I risultati di Xiaomi nell’alta tecnologia a basso costo sono impressionanti. Nell’ultimo trimestre ha venduto il 5,6% di tutte le unità smerciate nel mondo (una crescita del 211,3% rispetto all’anno scorso) e i suoi telefoni e tablet a basso costo rappresentano una minaccia abbastanza credibile da turbare i sonni degli avversari più blasonati. Tutto senza aver ancora messo il naso fuori dalla Cina. Ma alcuni venditori di smartphone e tablet Xiaomi ci sono anche in Italia.

 

aaaacinese

Investimento da un miliardo di dollari sui contneuti video

La sua prossima mossa? Investire un miliardo di dollari nella creazione di contenuti video online.

Lei Jun, amministratore delegato della compagnia (nella foto) lo ha annunciato martedì scorso, a conferma che il gigante cinese è impegnato su più fronti.

In Cina Xiaomi ha diverse partite aperte. Nel mondo della domotica, ma soprattutto in quello della tv, dove è entrata poco più di un anno fa con la sua piattaforma smart fatta di televisori e set top box.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto