Monza: nessuna penalità alla Mercedes, ma troppi i giochi sulle gomme

È finita così come si era conclusa la gara in pista. Nessuna penalità per le gomme Mercedes. Poco prima delle 18 di ieri il team manager della Mercedes Wolff annuncia che la Fia non ha dato nessuna penalità alla casa tedesca. La pressione della gomma posteriore sinistra di Hamilton era inferiore delle 0,3 al minimo, ma la rilevazione pare che sia stata fatta dopo che alle gomme della Mercedes è stata tolta la coperta.

Ci vorranno regole più chiare, perché i limiti emersi oggi sono stati imposti della Federazione automobilistica internazionale e dalla Pirelli, dopo l’esplosione dello pnemumatico di Vettel a Spa. Nico Rosberg è il più penalizzato dalla gara di Monza, perché ha dovuto ritirarsi e ha visto il compagno Hamilton prendere il volo.

 

Ferrari e Mercedes si spingono oltre il limite

L’impressione è che le scuderie facciano troppi giochi sulle gomme: la Ferrari a Spa, quando è esploso il pneumatico posteriore di Vettel, la Mercedes ieri quando ha spinto fino al limite le gomme delle auto di Vettel e di Rosberg. Se continua così, nonostante i richiami della Pirelli (e dlela Fia) qualcuno potrbebe farsi molto male.

 

Confermata la vittoria di Hamilton

A Monza vince la Mercedes di Lewis Hamilton, al secondo posto – applauditissima – la Ferrari di Sebastian Vettel, al terzo la Williams di Felipe Massa, al quarto quella di Bottas. Vettel fin dall’inizio ha condotto una gara perfetta seocndo le sue possibilità: “Grazie ragazzi, grazie Ferrari, grazie Monza”: ha detto alla fine, più che contento di salire ancora sul podio del Gran premio d’italia, lui che ne ha vinti tre. Inspiegabile quello che è accaduto in partenza alla Ferrari di Kimi Raikkonen, che era al secondo posto in griglia e che – dopo una grande rimonta – finisce quinto.

Applausi per tutti dal pubblico monzese. Gradtissimo anche il terzo posot di Massa, che ha ringraziato il suo box dicendo: “Ragazzi, sono troppo vecchio per questo”.

 

Sergio Perez al sesto posto

Al sesto psoto si classifica la Force India di Sergio Perez. A punti anche l’altra Force India di Nico Hulkenberg, giunto settimo, la Sauber di Ericsson e la Red Bull dell’australiano Ricciardo, nono al traguardo. Decimo posto il suo compagno di squadra in Red Bull, il giovane russo Kvyat.

 

aaamarchionn

Mercedes under investigation

Dopo la premiazione Sky Formula 1 lancia una notizia nuova: la Mercedes sarebbe under investigation per la pressione delle gomme. Il regolamento non prevede penalizzazioni, ma l’irregolarità sarebbe accertata. Per questo dai box avrebbero chiesto a Hamilton di aumentare il vnataggio.

Evidentemente temevano alla Mercedes una penalizzazione in secondi. Toto Wolff, team manager della Mercedes, ha confermato che c’è una nota Fia sulle gomme Mercedes, ma ha confermato che non c’è una regola e che non è in grado di dire cosa accadrà.

 

La differenza di pressione era stata misurata sulla griglia

La differenza di pressione minima è di 0,3 per la Mercedes di Hamiton e di 1,1 per quella di Rosberg, che sembra poca cosa, ma dicono gli esperti che così non è. Durante la gara si è vista una misurazione delle gomme nei box dlela Mercedes, ma non si era capita la questione.

La vicenda, a questo punto, è del tutto aperta e potrebbe anche modificare l’ordine d’arrivo di Monza.

La Pirelli conferma che era stata presa la pressione delle gomme suglia griglia di aprtenza e che entrambe le Mercedes erano al di sotto dle minimo.

Per questioni di sicurezza la “freccia d’argento” di Lewis Hamilton potrebbe anche essere squalificata: quetso il regolamento lo prevede.

 

Marchionne e Arrivabene: “Ha sbagliato Raikkonen”

Sia Marchionne che il team principal della Ferrari Arrivabene, dopo l’arrivo, svelano il mistero della partenza di Raikkonen: “Ha sbagliato Kimi”, dicono. E sembra una sentenza senza appello.

aaaavettel

Il colpo di scena a due giri dalla fine

Colpo di scena a Monza a due giri dalla fine del Gran rpemio d’Italia. Va a fuoco la Mercedes di Nico Rosberg che inseguiva sempre più da vicino la Ferrari di Sebastian BVettel, che è secondo alle spalle di Lewis Hamilton, che ha ricevuto un ordine incomprnesibile dal box Mercedes, quello di andare sempre più forte, anche se è primissimo.

Inforunio di Raikkoen in partenza, che è andato in stallo, finendo dodicesimo e dovendo poi portare a termine una grande gara di rimonta.

Al etrzo posto, dopo l’uscita di Rosberg, c’è la Willaims di Felipe Massa, al quarto l’altra Williams di Bottas che insiedi ail compagno.

 

Una sorpresa il seocndo posto di Kimi alla Pole

Sorpresissima a Monza. In pole position, oggi alle 14, partirà Lewis Hamilton, con la sua Mercedes. E questa non è certo una sorpresa. Ma in prima fila, dal secondo psoto, ci sarà Kimi Raikkon con la Ferrari e al terzo la rossa di Sebastian Vettel, nei giorni scorsi diventato padre di un’altra bambina, dopo la prima che già aveva.

Raikkonen è a soli tre decimi da Hamolton, che nelle libere venerdì era davanti per più di un secondo.

“Ottimo lavoro, came on Kimi”: ha detto a Raikkonen il suo ingegnere di macchina. Kimi non andava in prima fila dal gran premio di Cina del 2013. Rosberg, che ha avuto problemi col nuovo motore Mercedes e ha dovuto rimontare il vecchio, partirà al quarto posto, dietro entrambe le Ferrari. E anche questo non è mai successo quest’anno.

Diretta alle 14 su RaiUno e SkyFormula1.e.

 

Quarto Rosberg, quinto Massa

Quarto sulla griglia sarà Nico Rosberg con la Mercedes, quinto Felipe Massa con la Williams, davanti all’altra Williams, quella di Bottas. Settimo Perez con la Force India, ottavo Grosjan con la Louts, nono Hulkenberg don la’ltra force India e decimo Ericsson con la Sauber.

Marchionne: “Sono molto contento, domani ci sarà anche Renzi”

Marchionne, da stamattina al box Ferrari, si dice subito molto contento, fa i complimenti alla squadra, ai piloti, a tutti, poi dice: “Lo spaevo che Kimi col rinnovo si sarebbe rilassato e avrebbe mostrato che sa guidare benissimo”. poi Marchionne annuncia che domani a Monza ci sarà anche il presidente del Consiglio, Matteo Renzi.

Kimi Raikkonen: “Siamo sorpresi anche noi”

“Siamo sorpresi anche noi – dice Raikkonen in conferenza stampa – speriamo di ripeterci domani”.

Vettel: “Molto vicini a Hamilton”

“È la prima volta che sono qui tutto vestito in rosso – dice Vettel – con il pubblico fantastico di Monza. In ogni caso domani proveremo anche a stare davantei a Lewis, dice sorridendo rivolto a Hamilton, che è seduto alla sua destra.

 

 

L’avventura di Monza con migliaia di tifosi

Iniziata ieri con le prove libere parte l’avventura del Gran premio di Monza di Formula 1 di quest’anno. Lewis Hamilton, il capofila della classifica mondiae, ha ritoccato il suo look per l’ occasione. Nico Rosberg ha avuto stamattina problemi con la Power Unit. La Mercedes ha deciso di sostituirla. Rosberg ha ora un “motore” un po’ meno potete, ma sempre Mercedes.

“Sono in una fase di sperimentazione”, ha spiegato il leader del mondiale di Formula 1 che, dopo le treccine sfoggiate nelle scorse settimane, ha deciso di ossigenarsi i capelli e nei giorni scorsi ha aggiunto un tatuaggio alla collezione. Un’aquila che, ha spiegato su Twitter nei giorni scorsi, rappresenta la sua voglia di “spingere i limiti della ricerca di sé”. Diretta tv per la Pole alle 14,anche in chiaro sulla RaiUno, oltre che du Sky Formula 1.

Intanto Roberto Maroni, governatore della Lombardia, dove aver incontrato il padrone della Formula 1, Bernie Ecclestone, ha annunciato che il Gran premio di Monza anche per i prossimi anni è in salvo. Si vedrà.

 

 

Marchionne: “I progressi fatti ancora non bastano”

Mette le mani avantei Sergio Marchionne, in visita ai box della rossa. “I progressi fatti non bastano – dichiara – ma bisogna ricordare da dove siamo partiti e quindi bisogna dire che i passi avanti sono stati enormi. La Mercedes ha mostrato tutta la sua forza, cercheremo di lottare fino al termine della stagione”.

Per l’anno prossimo Marchionne è ottimista: “Quest’anno la nuova auto non era prontissima, per la nuova siamo partiti molto in anticipo e abbiamo investito ancora più risorse”.  Speriamo di vedere qualcosa di meglio rispetto al terzo e quarto posto. Non si potranno dare per sempre tutte le colpe a Montezemolo e alla sua “squadra”.

 

Nelle terze libere Vettel al secondo posto dietro Hamilton

Intanto Lewis Hamilton si è piazzato davanti a tutti anche nelle terze libere. I

l campione del mondo la preceduto di pochissimo la Ferrari di Sebastian Vettel e la Mercedes del compagno di squadra Nico Rosberg. Hamilton ha girato in 1’24″544, 264 millesimi in meno di Vettel. Rosberg si è fermato a 1’24″843. Soltanto sttima la Ferrari di Raikkonen.

aaaquila

Raikkonen: “Chiedete a lui se i biondi si divertono di più”

I capelli biondi del pilota Mercedes hanno attirato, come ovvio, l’attenzione nel paddock, tanto che al ferrarista Kimi Raikkonen è stato chiesto in conferenza stampa se davvero i biondi si divertono di più. “Dovete chiedere a lui”, è stata la risposta secca del finlandese, biondo per natura.

 

Ma continua a dominare

Ha i capelli biondi, ha l’aquila come nuovo tatutaggio, ma al volante di una Mercedes non fa sconti, nemmeno nelle prove libere. Così Lewis Hamilton è stato il più veloce anche nelle seconde prove libere del Gp d’Italia sul circuito di Monza.

Il pilota della Mercedes ha chiuso ieri la seconda sessione con il tempo di 1:24.279 migliorando il crono della prima prova libera.

Alle sue spalle, molto più vicino rispetto a stamattina, il suo compagno in Mercedes, Nico Rosberg, con il tempo di 1:24.300.

 

Terzo tempo per la Ferrari di Vettel

Terzo tempo per la Ferrari di Sebastian Vettel in 1:25.038, in netto miglioramento rispetto all’1:26.258 della prima sessione di prove. Scendono sotto l’1:26 tutti i primi dieci. Dalla Force India di Sergio Perez, quarta, a quella di Nico Hulkenberg, quinta. Sempre sesta l’altra Ferrari di Kimi Raikkonen con il crono di 1:25.380, seguita dalle Lotus di Romain Grosjean e di Pastor Maldonado. Chiudono la top ten le Williams di Valterri Bottas e Felipe Massa.

Oggi le qualifiche per la Pole. La diretta tv del giro veloce è sia su RaiDue che su Sky, a partire dalla ore 14 (13,30, se si considerano i preliminari).

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto