Dario Argento compie 75 anni, le clip dei suoi “brividi” più famosi

Il maestro dell’horror all’italiana proprio oggi compie 75 anni. Dario Argento, infatti, è nato a Rona il 7 settembre del 1940.

Tra timidezza, paure, disavventure personali dovette farsi (tre giorni di carcere per detenzione di hashish) e storie d’amore contrastatate (con Marilù Tolo, per esempio, che definì aggressiva), Argento si è meritato con un pugno di film l’appellativo di “maestro del brivido” (almeno in Italia, per primo era stato chiamato così Alfred Hitchcock).

 

aaaprofondo

Profondo rosso, un film al limite

L’uccello dalle piume di cristallo (per qualche giorno in testa al box office Usa: mai successo), Il gatto a nove code, Quattro mosche di velluto grigio e poi Profondo rosso: un film col quale Argento porta “alla massima estenuazione il rituale di ferimenti, mutilazioni, morti violente che il disegno del thriller, nella sua classica articolazione di visione del delitto, indagine, rivelazione del colpevole, gli consente” prima di tuffarsi nell’horror e nello splatter. E come nei film precedenti la ‘rivelazione’ è sotto gli occhi dello spettatore fin dall’inizio, a saperla vedere.

 

Le clip di alcuni film famosi

Qui di seguito tre clip da alcuni dei film più famosi di Dario Argento, tra l’altro padre di Asia Argento, un’altra protagonista originale e “terribile” del cinema non solo italiano.

Dario, peraltro, è stato fonte di ispirazione e si è meritato il rispetto di autori con John Carpenter, George Romero e del grande Stephen King, ricevendo anche l’omaggio di Wes Craven con un cameo in Vampiro a Brooklyn del 1995. Circa un anno fa ha pubblicato per Einaudi l’autobiografia dal titolo inevitabile: Paura.

 

 

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto