Scatta il carcere per chi non paga l’assegno di divorzio

Rischia grosso chi non paga l’assegno di divorzio. È entrato in vigore, infatti, il 6 aprile l’articolo 570 bis del codice penale (il TESTO IN GAZZETTA), che estende a chi non paga le somme dovute le pene previste dall’articolo 570 sulla ‘Violazione degli obblighi di assistenza familiare’ e cioè la reclusione fino a un anno o la multa fino a 1.032 euro.

Le pene previste dall’articolo 570 bis

L’articolo 570 bis, ora in vigore, recita: “Le pene previste dall’articolo 570 si applicano al coniuge che si sottrae all’obbligo di corresponsione di ogni tipologia di assegno dovuto in caso di scioglimento, di cessazione degli effetti civili o di nullità del matrimonio ovvero viola gli obblighi di natura economica in materia di separazione dei coniugi e di affidamento condiviso dei figli”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto