Stalking: lo ha subito il 12,6% delle donne, in un caso su 3 il persecutore è l’ex

Otto intervistate su 10 pensano che siano in aumento violenze e stalking sulle donne, ma solo il 12,6% dice di aver subito condotte vessatorie reiterate nel tempo. Lo indica un’indagine Eurispes diffusa in occasione dell’8 marzo.

Messaggi e telefonate

Lo stalker, in un caso su 3, è l’ex partner, nel 17% un conoscente e il 14,3% delle volte un collega. Solo il 4,3% delle donne indica come “persecutore” il proprio attuale marito, compagno o fidanzato. Sette volte su 10 l’atteggiamento vessatorio ha la forma di un messaggio o di telefonate ripetute e nel 58,5% dei casi si esplica attraverso insulti.

Danni a cose e minacce anche alla famiglia

Inoltre il 48,6% delle intervistate parla di diffusione di affermazioni diffamatorie e oltraggiose, 4 su 10 sono state costrette a subire appostamenti, pedinamenti e minacce, il 23% danni a cose di proprietà. Ha subìto aggressioni fisiche il 17% delle vittime di stalker e una identica percentuale riferisce di molestie rivolte alla famiglia o agli animali della vittima.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto