Meningite a Milano, l’esperto: “La corsa al vaccino è del tutto ingiustificata”

Corsa al vaccino esagerata. Lo sostiene Giorgio Ciconali, responsabile di igiene pubblica dell’Agenzia per la tutela della salute di Milano dopo i casi delle due studentesse della Statale uccise dalla meningite. “La situazione nella sua emergenza è già stata risolta”, aggiunge “e non ci sono pericoli. Le vaccinazioni dei prossimi giorni sono solo una precauzione in più”.

a-meningite02

“La profilassi è già stata completata”

“I nostri centralini”, ha detto ancora Ciconali, “sono presi d’assalto per chiedere informazioni e per sapere come ottenere il vaccino. Ma è un assalto inutile, perché grazie all’intervento fatto dai nostri operatori nei giorni scorsi, che hanno somministrato la profilassi antibiotica a tutte e 140 le persone coinvolte, non c’è più alcun pericolo”.

“Allarmi senza fondamento”

L’allarme, riporta l’esperto, è diffuso anche in altre città: “Sono cose che purtroppo sono state causate da tanti fattori, ma gli allarmi non hanno assolutamente fondamento. Inoltre la vaccinazione può essere procrastinata anche nel tempo, visto che le persone esposte sono già state sottoposte alla profilassi antibiotica. Anche per questo, la corsa ad avere un vaccino il più presto possibile è assolutamente ingiustificata”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto