“Omicidio stradale”: inchiesta sulla morte di Lucchinelli, il post di Melandri

Cristiano Lucchinelli, 36 anni, figlio di Marco, campione mondiale delle 500 nel 1981, è morto martedì sera poco prima delle 20 a causa di un incidente avvenuto a Poggio Piccolo, frazione industriale di Castel Guelfo, nel Bolognese. È accaduto mentre era in sella a una moto e percorreva la via Poggio.

Inutili i soccorsi

Lucchinetti era diretto verso Castel Guelfo ed è entrato in collisione con una Range Rover proveniente dal lato opposto e che stava svoltando a sinistra. Nell’impatto, il motociclista è stato sbalzato sull’asfalto ed è finito contro un muretto. Dopo l’arrivo dei soccorsi e di un elicottero, i sanitari ne hanno constatato il decesso.

È stato aperto un fascicolo sull’uomo che guidava la Range Rover e  che sarebbe ritenuto il responsabile dell’incidente. Infatti è stato denunciato per omicidio stradale. Secondo i primi accertamenti, non avrebbe dato la precdenza svoltando a sinistra sulla provinciale in località Poggio Piccolo.

Cristiano abitava con i suoi familiari

Cristiano Lucchinelli abitava assieme al padre Marco, alla madre Paola e alla sorella, in una casa della Valsellustra, località pedecollinare del Comune di Casalfiumanese (Bologna). Assieme al padre, ex campione mondiale ed attuale commentatore televisivo per le reti Sky, e all’ex pilota Fausto Ricci, gestiva la ‘Lucchinelli Experience’, rivolta a motociclisti professionisti e amatoriali, con corsi di guida sulla strada e per la sicurezza.

Una grande passione per le due ruote

Appassionato di motociclismo, era un esperto e faceva l’istruttore all’autodromo di Adria. le due ruote erano imperanti sulla sua pagina Facebook e spesso condivideva i contenuti del padre, Marco Lucchinelli. Delle moto, aveva detto alla testata imolese Sabato Sera Cristiano: “È l’emozione che regala l’adrenalina la motivazione migliore per scendere in pista”.

 

“Ciao, amico mio”: il post di Marco Melandri

Cristiano Lucchinelli era grande amico di Marco Melandri, che ha voluto ricordarlo su Instagram con il post che vedete qui sotto, accompagnato da questo testo: “Hai avuto una vita davvero turbolenta e spesso oltre il limite, ma in fondo eri una delle persone piu buone che abbia mai incontrato…
Ti chiamavo Rommel come la volpe del deserto per ironizzare il tuo modo di vedere la vita.. 😅😅
Ciao amico mio @cristianolucchinelli

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto