Dimagrire in acqua, gli esercizi da fare al mare o in piscina

Che scegliate il mare o la piscina, ricordate: il nuoto è un’ottima scusa per dimagrire e tonificare il corpo. La resistenza dell’acqua è più potente di un massaggio e riattiva la circolazione non appena iniziamo a muoverci. Nuotare aiuta a bruciare i grassi, rinvigorisce l’apparato cardio-respiratorio, le articolazioni e la muscolatura. Lo dicono in tanti: è lo sport perfetto, che non ci sottopone a stress e favorisce il benessere della mente, distribuendo lo sforzo su tutta la massa corporea.

 

L’importante è tenere il ritmo
Potete sguazzare a dorso, a delfino, a rana, a stile libero: l’importante è tenere il ritmo con le bracciate, percorrere un certo numero di vasche e immergersi almeno due volte alla settimana. L’ideale sarebbe preparare l’organismo allo sforzo con una seduta di stretching.

 

Gli esercizi per chi non nuota
Se invece non avete nessuna voglia di lanciarvi in una maratona acquatica, le soluzioni sono due: iscrivervi ad un corso di acquagym o cimentarvi in pratiche semplici, tra un bagno e l’altro, ma prodigiose per il corpo. Siccome anche gli esercizi più facili richiedono consapevolezza, eccovi qualche dritta.

 

Passeggiare con l’acqua fino al polpaccio
Camminare nell’acqua, ad esempio, è un toccasana contro la cellulite. Chiaramente, più alto è il livello dell’acqua, più faticherete. Meglio passeggiare dove il polpaccio è coperto per buona parte.

 

Calci contro l’acqua
Pure calciare in acqua aiuta a contrastare la cellulite. Sferrate calci energici, lasciando riaffiorare la punta del piede e mantenendo ritmo e velocità costanti.

 

Due salti per rassodare
Per rassodare gambe e glutei insieme, potete saltare. Dove l’acqua vi arriva fino alle spalle, simulate un salto a gambe unite, portando le ginocchia al petto. L’effetto è garantito.

 

Rotazioni per gli addominali
Per gli addominali, invece, potete darvi da fare con le rotazioni. Mantenetevi a galla e incrociate le gambe una sull’altra. Facendo leva sui muscoli addominali, roteate le gambe da destra a sinistra e da sinistra a destra per almeno 10 volte.

 

I suggerimenti di Francesca Fanolla, personal trainer
Abbiamo chiesto a Francesca Fanolla, personal trainer romana  di suggerirci altri due esercizi da eseguire al mare o in piscina. Eccoli:

 

aaa-gluteiPrimo esercizio: per glutei sodi
“Il primo esercizio (immagine a sinistra), da fare in tre tempi, è ottimo per i glutei”, suggerisce l’esperta. Spingete indietro la gamba, come foste in palestra, alle prese con una gluteus machine. In questo modo sfrutterete lo spostamento e la resistenza dell’acqua. “Suggerisco anche di mantenere il piede a martello e di spingere indietro come a voler calciare. E mi raccomando, espirate durante la spinta”.

 

aaa-acquagymSecondo esercizio: per la parte alta del corpo

Col secondo esercizio, (immagine a sinistra), si agisce sulla parte superiore del corpo. “Simulate una nuotata in stile libero, spingendo verso il basso prima e indietro dopo l’acqua, con le mani bene aperte. Potete eseguirlo a braccia alternate e mantenere tonici anche i muscoli della schiena (dorsali) e delle spalle (deltoidi)”, dice la personal trainer.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto