Roma: cadavere con mani e piedi legati, arrestato il cugino

C’è un fermo – già convalidato dal pm – per l’omicidio scoperto sabato mattina a Roma, quando è stato trovato il cadavere di un uomo, identificato poi come Hashem El Sayed Gaafar, 49 anni, è stato trovato in strada all’interno di un sacco. La vittima aveva mani e piedi legati. La scoperta in via Pietro Cartoni, nel quartiere di Monteverde, intorno alle 7 di stamattina (la zona è quella tratteggiata nella cartina, mentre la foto della strada è in basso). Si tratta di Tartour Amed Mohamed Hamed Elsaied, 30 anni, cugino della vittima, bloccato poche ore dopo sul litorale laziale insieme a un’altra persona contro cui non è stato preso alcun provvedimento giudiziario.

aaaastrada

Sulla vicenda indaga la Squadra Mobile. A dare l’allarme è stato un negoziante della zona, che ha visto un sacco per terra tra due auto parcheggiate che aveva la sagoma di un uomo e ha deciso di chiamare subito la polizia. La causa della morte sembra essere l’asfissia e la vittima, da oltre 10 anni in Italia, aveva svolto svariati lavori, operaio, aiuto cuoco e commesso nel negozio di frutta del fratello. Sul movente c’è ancora riserbo da parte degli inquirenti, ma la linea sembra quella di una vicenda di denaro.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto