Muhammad Ali: un’eredità da 50 milioni di dollari, ma i 9 figli litigano

Esecutore testamentario di Muhammad Ali è Lonnie (per esteso si chiama Yolanda Williams, nella foto sotto con il marito), la quarta moglie del campione di boxe scomparso a 74 anni. In base ai calcoli di Forbes, il pugile lascia una fortuna da 50 milioni di dollari. L’eredità verrà con tutta probabilità ripartita tra i 9 figli – 7 ragazze e 2 ragazzi – e la moglie Lonnie, ma non è escluso che una parte possa essere pretesa dalle ex consorti e dal fratello, Rahaman Ali. E già si profilano scontri sulla suddivisione, soprattutto tra i figli.

Venerdì i funerali con l’orazione funebre di un presidente Usa che era molto amico di Alì, Bill Clinton.

aaalonnie

Un patrimonio da capogiro

Il grande boxeur all’apice della sua carriera sul ring faceva incetta di titoli milionari e cachet da capogiro: si ricordano infatti gli 8 milioni di dollari incassati per il match con Larry Holmes nel 1980 come uno dei compensi record dell’epoca. Nel corso dei decenni ha poi gestito con attenzione sponsor e profitti scaturiti dalla sua immagine.

aaaafigli2

Immobili e oggetti

E nel patrimonio non ci sono solo montagne di denaro. Muhammad Ali era infatti proprietario di immobili in Arizona (dove viveva con una parte della famiglia) e nel Kentucky, dov’era nato. Solo nel 2015 aveva venduto una casa fuori Filadelfia per 690 mila dollari. La famiglia erediterà anche molti oggetti, ricordi, fotografie, appartenute o raffiguranti il campione che costituiranno la base per vendite e aste potenzialmente milionarie.

 

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto