Pino Daniele: alle 12 i funerali a Roma

Anche una gomma bucata è stata fatale a Pino Daniele. Dopo il malore che lo ha colpito mentre era nella sua villa  nelle campagne tra Orbetello e Magliano, in Maremma, il cantautore ha deciso, infatti, di rientrare a Roma, dove aveva il suo cardiologo di riferimento, ma il destino si è accanito contro di lui.

“Sull’Aurelia, la sua auto ha bucato. Alla guida della macchina c’era il suo autista perché lui non guidava. Hanno perso del tempo prezioso”, racconta Francesco, un suo amico.

Camera ardente al Sant’Eugenio

La camera ardente di Pino Daniele all’ospedale Sant’Eugenio di Roma è stata aperta al pubblico ieri in mattinata, ma è stata chiusa in anticipo, con non poche polemiche da parte dei fan arrivati da ogni dove.

 

Flash mob a Napoli a piazza Plebiscito

Intanto ieri sera a Napoli migliaia di persone si sono ritrovate in Piazza del Plebiscito per ricordare il cantautore, cantando “Napul’è”, durante un flash mob organizzato dagli imprenditori napoletani Gigi Balsamo e Valerio Tremiterra. Tra i tanti anche James Senese, Tullio de Piscopo ed Enzo Gragnaniello.

La fiaccolata ha colpito moltissimo.

 

I funerali oggi a Roma

I funerali si svolgeranno stamattina, 7 gennaio, alle 12 al Santuario del Divino Amore a Roma. Poi il cantante dovrebbe essere sepolto nel cimitero di Talamone, nel comune di Orbetello (Grosseto).

Il sindaco di Orbetello, Monica Paffetti spiega di aver “ricevuto la richiesta da parte della famiglia di Pino Daniele per dare il via libera alla sepoltura nel cimitero di Talamone. E da parte nostra c’è stato subito l’assenso”. Pino Daniele era residente nel comune di Orbetello e viveva in una villa nelle campagne tra Orbetello e Magliano, in Maremma.

Un saluto anche a Napoli

“Ma – sottolinea un portavoce dell’artista – è volontà di tutta la famiglia che Napoli e possa dare un ultimo saluto a Pino. Per questo la città di Napoli si è subito resa disponibile ad ospitare nei prossimi giorni le ceneri dell’artista in un suo luogo simbolo, per ricevere l’ultimo abbraccio dei suoi concittadini”.

 

Qui potete leggere un bel ricordo di Pino Daniele, scritto da Anna Pavignano, che lo conosceva bene.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto