Signorini si scusa per il gelato della Madia

“Non posso difendere l’indifendibile, era un gran brutto titolo”: Alfonso Signorini, il direttore di Chi, risponde così a Fabio Fazio, che ieri sera – durante la trasmissione Che tempo che fa su Rai 3 – gli ha chiesto spiegazioni sul servizio del suo settimanale dedicato al ministro Marianna Madia .

“In questi giorni – ha aggiunto il direttore di Chi – ho avuto modo di riflettere, ho sentito tanti commenti: “Osceno, sessista”. Il mio intento era lontano da qualsiasi intenzione di offendere. Il linguaggio del gossip è irriverente. Io volevo e credevo di divertire ma dal divertimento al titolo sbagliato ce ne passa”.

“Se ho offeso qualcuno – conclude – sono pronto a chiedere scusa, alle donne e a chi si è sentito offeso dal mio servizio”.

Signorini era stato investito dalle polemiche dopo la pubblicazione su Chi di un servizio fotografico del ministro Madia che mangia un gelato con il titolo fortemente allusivo: “Ci sa fare col gelato”.
Sequenza fotografica trattata in modo indegno

Una sequenza fotografica che ritrae una persona che gusta un cono gelato. Niente di strano, ma la persona è una donna e un ministro della Repubblica, Marianna Madia, e  il titolo che l’accompagna è fin troppo allusivo: “Ci sa fare col gelato”. Scoppia la polemica nei confronti del settimanale “reo” della pubblicazione: “Chi”, diretto da Alfonso Signorini.

Lo stesso direttore replica stizzito: “Il Calippo della Pascale era lecito e il gelato della Madia no?”. In realtà – sia in un caso che nell’altro – siamo alle miserie del gossip.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto