In libreria Origin il nuovo romanzo di Dan Brown, l’autore del Codice da Vinci

“Un mondo senza religione o un mondo senza scienza?”. Dan Brown – l’autore del Codice da Vinci, bestseller mondiale, anticipa così il suo nuovo romanzo, Origin, in libreria da martedì 3 ottobre (Mondadori, 564 pagine, 25 euro). È una critica al pensiero irrazionale, il volume, per celebrare, aggiunge l’autore, “importanti intuizioni come il rifiuto di Pitagora di considerare piatta la Terra, l’eliocentrismo copernicano, la scoperta di Einstein della relatività hanno tutte cambiato drasticamente la visione che l’uomo ha del suo mondo”.

La trama

“Chiunque tu sia. In qualunque cosa tu creda. Tutto sta per cambiare”. È l’annuncio di ciò che sta per vivere il protagonista del romanzo, Robert Langdon, professore di simbologia e iconologia religiosa a Harvard mandato al Guggenheim di Bilbao per un evento unico che muterà il destino dell’umanità passato e futuro. In quella sede Edmond Kirsch, quarantenne miliardario e futurologo, risponderà definitivamente a due domande: da dove veniamo? E, soprattutto, dove andiamo?

“L’importante è il dialogo”

Oltre a Bilbao, il romanzo è ambientato anche a Barcellona e a Madrid. “Non amo pensare che le religioni tradizionali debbano cedere il passo a una ‘religione della scienza’ con i suoi dogmi e i suoi rituali”, ha detto ancora Dan Brown, “meglio che resti aperto un molteplice dissenso e che, tra punti di vista differenti, ci si renda conto che il dialogo è sempre più importante del consenso”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto