U2 a Torino: trionfo di Bono al primo concerto e stasera si replica (ancora sold out)

Trionfo, ieri sera, per Bono Vox e gli U2 a Torino. Il fisico, e le rughe, sono quelle di chi ha ormai superato gli “anta'”da tanti anni.

Ma quando Bono compare sul palcoscenico del Pala Alpitour di Torino, unica tappa italiana del nuovo tour planetario degli U2 che approda per la prima volta in Europa, il tempo sembra essersi fermato. E lo conferma The Miracle’, la canzone con cui la band irlandese apre il concerto dando sfogo al sound crudo e potente dell’omaggio al punk rock degli inizi.

aaaaabonoplatino

Stasera si replica. Ancora sold out, naturalmente, che tradotto in italiano vuol dire “tutto esaurito”.

 

Perfetto orario anglosassone: 30.000 biglietti

Sono le 20.30 in punto, in perfetto orario anglosassone, quando la canzone dà il via alla festa tanto attesa, che da giorni ha portato sotto la Mole migliaia di fan, tra cui la cantante americana Mariah Carey

Ci sono almeno 30.000 biglietti venduti per il doppio concerto – quello di ieri e quello di stasera e domani -, 4mila delle quali provenienti dall’estero secondo le stime della città, con un aumento delle presenze in alberghi e ristoranti del centro di circa il 50%. Un vero e proprio ‘regalo’ della star al capoluogo piemontese, di cui è cittadino onorario.

Sul palco Bono sfoggia il nuovo look biondo platino tanto criticato suoi social; ma se l’aspetto tradisce gli anni, la voce è quella di sempre come il frontman della band aveva promesso dopo qualche apprensione per le sue corde vocali. E l’adrenalina del pubblico sale subito alle stelle, come la scaletta che alterna i successi del passato a quelli più recenti. Ben 24 brani interpretati da Bono alla perfezione, grazie anche alla performance degli altri musicisti della band: Adam Clayton al basso, Larry Mullen alla batteria e The Edge alla chitarra.

 

Alle 13 di ieri momenti di tensione per una minaccia di bomba

Momenti di tensione intorno alle 13 davanti ai cancelli del Pala Alpitour di Torino, dove avevano iniziato ad assieparsi i fan (ce n’erano circa 600) per il concerto Innocence + Experience Tour degli U2. Un uomo sulla trentina, dai tratti asiatici, ha minacciato di farsi esplodere. Subito fermato mentre cercava di lanciarsi in una fontana (nella foto sotto il video), addosso all’uomo non è stato trovato esplosivo. In stato di alterazione, è stato portato in ospedale per accertamenti.

aaaatorino_u2

Da mesi i biglietti sono sold out

Due giorni di concerti: il 4 e il 5 settembre, a Torino. Stasera e domani, quindi. Ma c’è il sold out dallo stesso momento in cui – mesi fa – sono stati messi in vendita i biglietti. In compenso i fan italiani potranno chiedere alla band di suonare e cantare, per loro, un brano non previsto nella scaletta ufficiale. L’hashtag ufficiale per poterlo fare è #U2Request.

Ieri c’è stata la caccia agli alberghi dei quattro irlandesi. Che si sono “separati” in alloggi differenti, tanto per rendere ardua l’impresa dei “cacciatori”.

Alla fine La Stampa ha scoperto che Bono era ospite nella storica villa del Torrione a una manciata di chilometri dal centro di Pinerolo. Scoperte anche le altre star, tutte in centro: il bassista Adam Clayton e il batterista Larry Mullen alloggiano al Principi di Piemonte. The Edge, invece, è da solo: al Golden Palace.

 

Bono tra i fan arrivati a Torino

Il leader degli U2, Bono, ha mantenuto la promessa fatta ai fan davanti al PalaAlpitour dove sono iniziate le prove per i concerti del 4-5 settembre: si è fermato a salutarli. Ieri è arrivato all’appuntamento con 2 ore di ritardo, ma è stato atteso con pazienza, sotto il sole, dai suoi fan, trecento persone provenienti da tutta Italia. Alcuni di loro hanno aspettato anche otto ore pur di avere un autografo.

aaaabonodue

Qualche bottiglietta di acqua fredda e l’attesa è filata via: Bono poi ha dato soddisfazione a tutti, si è fermato con i fan per quasi mezz’ora e ha autografato vecchi album e cartoncini di ogni tipo.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto