Malattie rare: ok alla legge che porta a 40 i test neonatali

Via libero definitivo al ddl che porta a 40 gli screening sui neonati per individuare malattie metaboliche rare. Si uniforma così a livello nazionale una situazione che era diversa a seconda delle regioni e il provvedimento, a prima firma Paola Taverna (M5A), consente di migliorare la diagnosi e le chance di cura e di sopravvivenza dei bambini malati.

Il ministro: “Misura sanitaria di notevole portata”

La legge prevede che il test rapido del sangue sia esteso dalle attuali tre patologie metaboliche rare ereditarie (ipotiroidismo congenito, fenilchetonuria e fibrosi cistica) a 40. “Sono misure significative che ho fortemente sostenuto”, ha detto il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin. “Lo screening neonatale esteso non rappresenta un costo, ma un investimento per la salute. Proprio partendo da questi presupposti, sono evidenti le motivazioni per le quali la legge è da considerarsi una misura sanitaria di notevole portata”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto