Enel: 5 arresti per tangenti per la centrale di Brindisi

Ancora l’Italia corrotta!
Cinque arresti per presunte tangenti sono stati eseguiti stamattina dalla Guardia di finanza di Brindisi in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare per corruzione nell’ambito di appalti per lavori eseguiti alla centrale Enel Federico II di Brindisi.

I 5 arrestati, uno in carcere e 4 ai domiciliari, sono dipendenti e funzionari della società elettrica. L’inchiesta, coordinata dai pm Milto Stefano De Nozza e Francesco Carluccio, riguarda presunti pagamenti di denaro e offerta di “benefit” in cambio di appalti.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto