Modena: massacra di botte l’amica dopo una lite, donna in prognosi riservata

“Venite, ho ucciso la mia amica”. Prima le ha spaccato la faccia, poi ha chiamato la polizia. La donna, 44 anni, si trova ora in gravi condizioni all’ospedale. Il quarantenne italiano che l’ha aggredita è in stato di fermo con l’accusa di tentato omicidio.

Vicino al centro storico

È accaduto vicino al centro storico di Modena. I due pare fossero conoscenti, nulla di più, e futili sarebbero i motivi all’origine della lite e delle violente percosse. Lesioni gravissime al viso, probabili fratture e prognosi riservata. L’uomo, dopo aver dato l’allarme pensando di averla uccisa, era scappato ed è stato rintracciato nelle vicinanze dalla polizia. Pare che abbia precedenti per lo stesso tipo di reato.

Incrocio casuale

La donna avrebbe incrociato casualmente l’uomo mentre rincasava in bici. Lui, forse in ragione di dissapori recenti, l’avrebbe suito insultata e poi stesa con un pugno continuando a colpirla anche con calci al volto finché la vittima non ha perduto i sensi e smesso di reagire.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto