Pino Daniele: disperata, inutile corsa al Sant’Eugenio (video)

Lutto nel mondo della musica: è morto la notte scorsa, stroncato da un infarto, il cantante Pino Daniele. Lo conferma all’Agenzia Ansa il manager Ferdinando Salzano. Il cantautore napoletano avrebbe compiuto 60 anni il 19 marzo. Pino Daniele sarebbe arrivato al SantEugenio di Roma, dove è stato subito soccorso e dove sperava di inconrtare lo specialista che lo seguiva da anni. Ma, nonostante i tentativi di salvarlo, è  morto poco dopo.

Rimandata indietro un’ambulanza

Il malore che gli è stato fatale lo avrebbe colpito nella sua casa in Maremma, in un podere isolato nelle campagne tra i comuni di Magliano e Orbetello (Grosseto).

Intorno alle 21,15 è stato anche chiamato il 118 che, spiega la Asl di Grosseto, ha inviato un’ambulanza con un medico che però, prima di arrivare a casa del cantante, è stata fermata quando si trovava non lontano dall’abitazione. Da quanto spiegato sempre dalla Asl, nel corso di una telefonata fatta dai sanitari dell’equipaggio, che chiedevano precisazioni sull’indirizzo, una decina di minuti dopo la richiesta di soccorso al numero che aveva allertato il 118, è stato spiegato che la persona che doveva essere soccorsa aveva deciso di andare a Roma.

 

La figlia Sara: “Terribile”

“È un momento terribile”, ha commentato la figlia Sara. Tanti i messaggi sul web da parte di colleghi e amici, come Eros Ramazzotti e Laura Pausini.

 

Qui un video di Napul’è, una delle sue canzoni che hanno fatto il giro del mondo.

 

E qui col suo grande amico Massimo Troisi, per il quale compose Quando, che diventò la colonna sonora di Pensavo fosse amore…

 

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto