Si schianta aereo russo, 41 vittime (7 bambini): è il secondo in pochi giorni

Secondo disastro aereo per la Russia in pochi giorni. Dopo l’Airbus 321 sul quale si sta affermando la pista del terrorismo, questa mattina, mercoledì 4 novembre, si aggiungono i 40 morti (di cui 7 bambini) di un cargo, un Antonov 12, schiantatosi appena dopo il decollo in Sud Sudan. Sono rimasti uccisi i passeggeri e i membri dell’equipaggio mentre ci sono 2 sopravvissuti, tra cui un altro bambino. La conferma giunge dal portavoce presidenziale, Ateny Wek Ateny.

aaaacargorusso

Viaggiava da Juba verso l’Alto Nilo

Ancora sconosciute le cause. Tra le vittime, una ventina era a bordo dell’aereo mentre le altre sono rimaste uccise nell’impatto con il suolo. Il crash, secondo informazioni della Reuters e di un’emittente radiofonica locale sostenuta dalle Nazioni Unite, Radio Miraya, si è verificato a circa 800 metri dall’aeroporto di Juba. L’aereo era diretto a Paloich, nella regione dell’Alto Nilo.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto