Si innamora del donatore anonimo da cui ha avuto la figlia

Si è innamorata del donatore anonimo con cui ha concepito sua figlia. È una storia che sembra da film, invece è toccata Aminah Hart, australiana, che ad un anno dalla nascita della piccola Leila ha deciso di incontrare Scott Andersen, il donatore. Da quell’incontro, non si sono più lasciati (i tre sono insieme nella foto).

 

Dalla banca del seme all’amore

Aminah aveva deciso di rivolgersi alla banca del seme dopo aver già perso due bambini di soli pochi mesi, avuti con precedenti compagni, a causa di una rara malattia genetica di cui era portatrice.

A 42 anni,rendendosi conto che non le restava così tanto tempo per provare ad avere una figlia e non avendo un compagno, decide di provare una strada alternativa. Tra i tre candidati che le vengono proposti, Aminah sceglie Scott.

Lui si diceva “felice e in salute”

“Si descriveva come felice e in salute – racconta Aminah – due qualità che non avevo conosciuto fin ad allora. Per questo l’ho scelto”.

Un anno dopo la nascita di Leila, bionda e molto diversa fisicamente da lei, di origine indiana, Aminah incuriosita decide di cercare il suo donatore.

Dopo diverse ricerche su Internet e, anche grazie all’aiuto della mamma, riesce nella sua piccola impresa. “Quando ho trovato le foto di Leila nella cassetta della posta – dice Scott – sono rimasto molto sorpreso. Sapevo della possibilità che mi venissero a cercare ma non immaginavo così presto”.

Scott, che aveva già una compagna e 4 figli, decide comunque di incontrare Aminah. Quando si sono visti, tra i due è subito scatta la scintilla e da allora non si sono più lasciati.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto