Assalto omofobo al regista Riso: “Mi hanno offeso tre volte” (clip di Una famiglia)

Pugni, calci e insulti omofobi. Sebastiano Riso, regista di “Una famiglia”, è stato aggredito ieri pomeriggio da due uomini nell’androne de palazzo dove abita a Roma in zona Ostiense.

Sebastiano Riso è stato portato al pronto soccorso dell’Ospedale Fatebenefratelli, i medici hanno riscontrato una contusione della parete toracica addominale e un trauma allo zigomo con edema alla cornea con una prognosi 10 giorni.
  Sono in corso le indagini per identificare gli aggressori.

Colpito (e offeso) tre volte

“Sul viso, nello stomaco e all’altezza dello sterno. Ieri sono stato colpito tre volte, e tre volte mi sento attaccato: come omosessuale, come regista e come persona. Come omosessuale perché, mentre mi colpivano, mi rivolgevano insulti omofobi”, dice il regista de “La famiglia”, presentato di recente al Festival di Venezia (qui sopra il trailer).

”Come regista e come persona perché quegli insulti facevano riferimento a tematiche affrontate nel mio ultimo film, come la possibilità per le coppie gay di formare una propria famiglia, e perché la violenza è stata esercitata contro la mia inclinazione a esprimere me stesso”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto