Italia-Malta 1-0, Pellè dà un… braccio agli azzurri, ora sono primi nel girone

Contro Malta la condanna è soffrire: 1-0 all’andata, 1-0 ieri sera allo statio Franchi di Firenze, con un gol di pellé a metsà secondo tempo contestato dalla quadra di Malta che ha visto un fianco, un braccio, insomma qualcosa di non consentito nella rete di Pellé (ancora lui, come all’andata!).

Ma i tre punti conquistati sul campo sono utilissimi e consentono agli azzurri di scavalcare la Croazia e di conquistare il rpimo posto nel girone.

aaaapelle

Azzurro pallido per Conte

Un’Italia azzurro pallido trova la prima vittoria del 2015, stesso avversario e stesso risultato dell’ultima volta un anno fa. Il risultato stretto non dice abbastanza delle difficoltà della nazionale di Conte, per cui resta la consolazione della classifica del gruppo.

Ora l’Italia, come dicevamo, è’ prima nel girone, davanti alla Croazia (il cui punto di penalizzazione e’ pero’ sub judice per il ricorso). Le cose per gli azzurri si sono complicate anche per la vittoria della Norvegia in Bulgaria, e visti gli incroci di domenica prossima (Italia-Bulgaria e Norvegia-Croazia) non ci sono più le condizioni per una qualificazione anticipata per gli azzurri, che devono comunque cercare di vincere contro i bulgari a Palermo. L’Italia vista ieri sera potrbebe non bastare, ma forse gli azzurri di Conte potrbebero scendere in campo anche con un altro spirto.

Nella partita da segnalare un palo e un infortunio di Gabbiadini, l’attaccante del Napoli che non trova pace. ottima prova del laziale Candreva, che ha dato una  scossa quando è entrato nel secondo tempo.

 

Il Trap telecronista all’esordio: le notzie di ieri

Giovanni Trapattoni farà stasera il suo esordio da telecronista della nazionale, come seconda voce tecnica della Rai a fianco di Alberto Rimedio. La partita sarà trasmessa da RaiUno, con inizio alle 20,45. Non è sentitissima, tanto che a Firenze – dove si gioca – sono stati venduti meno di 10.000 biglietti, ma è importante ai fine della qualificazione.

La partita è Italia-Malta, valevole per la qualificazione ai campionati europei. Il match sarà trasmesso da RaiUno, con inizio alle 20,45. Non è sentitissimo, tanto che a Firenze – dove si gioca – sono stati venduti meno di 10.000 biglietti, ma è importante ai fine della qualificazione.e per il Trap sarà anche un tuffo nel passato: ex giocatore, ex allenatore che ha vinto scudetti in tutta Europa, il tecnico di Cusano Milanino, 76 anni, è stato anche ct della nazionale, tra il 2001 e il 2004. Il Trap aveva chiuso la sua carriera agonistica sulla panchina dell’Irlanda. Ultima curiosità: la nazionale di Malta è allenata da un italiano: Pietro Ghedin, ex giocatore della Lazio.

L’Italia, se vince, diventa prima nel giorne. Azerbaigion-Croazia è finita, infatti, 0-0, con grande soddisfazione dei padroni di casa e anche della squadra di Conte, che può accendere la freccia del sorpasso.,

 

 

Conte a tre punte

Conte, che a Malta non è riuscito ad andare oltre l’1-0, anche se gli azzurri colpirono 4 pali contro la squadra di Ghedin gioca con tre punte: Pellé centravanti (nella foto), Gabbiadini e Eder. Dovrebbero essere più che sufficienti a sfondare il muro degli avversari. L’altra mossa audace del Ct azzurro è quella di scherare a centrocampo il trio con Pirlo, Verratti e Bertolacci.

Un minuto di silenzio per i migranti

Stasera ci sarà anche un minuto di silenzio per riflettere e condividere i lutti per la tragedia dei migranti. Lo ha chiesto il presidente della Lega calcio, Tavecchio, al presidente dell’Uefa, Michel Platini.

Queste le probabili formazioni:

Italia: Buffon; Darmian, Bonucci, Chiellini, Pasqual; Verratti, Pirlo, Bertolacci; Gabbiadini (Candreva), Pellé e Eder.

Malta dovrebbe schierare: Hogg; Zerafa, Borg, A. Agius, Z. Muscat, Failla; Briffa, R. Muscat, P. Fenech; Schembri e Effiong.
Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto