Tregua d’agosto per il fisco: “congelate” quasi 500.000 cartelle in partenza

Cartelle fiscali: l’Agenzia delle Entrate-Riscossione guidata dal presidente Ernesto Maria Ruffini dà una tregua ad agosto ai contribuenti congelando 469.915 cartelle e avvisi da notificare tra il 7 e il 20 agosto. Fanno eccezione solo i 14.500 atti considerati “inderogabili”. Il blocco delle notifiche riguarda i 399.428 atti da inviare per posta normale e i 70.487 per posta elettronica certificata.

Il dettaglio regione per regione

“La notifica”, spiega l’Agenzia della riscossione, “riprenderà dopo il periodo di sospensione”. L’ente ha fornito anche il dettaglio regione per regione, con l’esclusione della Sicilia dove l’Agenzia non opera. In testa c’è il Lazio con 109.631 atti congelati, seguita da Lombardia (61.608) Campania (45.947), Toscana (42.801), Veneto (27.858) e Piemonte (26.303). Subito dopo Emilia Romagna (25.228) e a seguire Puglia (22.126), Calabria (22.007), Sardegna (17.917), Liguria (14.910), Friuli Venezia Giulia (9.956), Marche (9.811), Abruzzo (9.413), Umbria (9.224), Trentino Alto Adige (6.353), Basilicata (5.439), Valle d’Aosta (1.744) e infine Molise con 1.639 cartelle e avvisi sospesi nelle due settimane di Ferragosto.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto