Pescara: 80 bambini intossicati dal cibo, il sindaco sospende 7 mense scolastiche

In due giorni sono state un’ottantina le persone finite in ospedale a Pescara a causa di una probabile intossicazione alimentare. La maggior parte sono i bambini che frequentano 7 scuole e si sono aggiunti 6 insegnanti. Sotto accusa il servizio mensa, sospeso dal sindaco Marco Alessandrini (nella foto sotto) negli istituti comunali delle elementari e delle medie. A ora ne resta ricoverata una ventina: le condizioni dei piccoli non sono gravi, ma sono tutti accomunati da sintomi come febbre, vomito, diarrea e disidratazione.

“A fianco degli alunni”

“Saremo al fianco delle famiglie e a tutela della salute dei bambini, se verrà accertato che a provocare i malori è stato il cibo somministrato alla mensa”, ha detto il primo cittadino. “Se dagli accertamenti il malore risultasse conseguenza della qualità del cibo ingerito a scuola attiveremo ogni forma di tutela a carico dell’ente per la salvaguardia della salute dei bambini. Il Comune offrirà ogni possibile forma di tutela nei confronti del concessionario”.

Indagano i Nas

Sulla vicenda stanno indagando i carabinieri dei Nas. Per quanto riguarda le scuole materne e i nidi, Alessandrini aggiunge che “stiamo lavorando affinché l’attività didattica possa continuare per quanti vorranno ricondurre i bambini a scuola, ma solo dopo aver fatto consumare loro il pasto a casa”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto