Digiuno a giorni alterni: “Nessuna dieta miracolo, funziona come le altre”

Nata negli Stati Uniti ma popolarissima anche in Europa, la “dieta del digiuno a giorni alterni” – su cui molte celebrità giurano come la soluzione al grasso superfluo – produrrebbe risultati in realtà simili a quelli delle diete più convenzionali. Lo studio, condotto all’università dell’Illinois a Chicago su un centinaio di obesi divisi in due gruppi, ha osservato dopo un anno, un dimagrimento del 5.3% del peso corporeo, tra chi aveva seguito un regime alimentare tradizionale, ossia che limita quotidianamente il numero di calorie assunte.

Dimagrimento del 6% del peso

Per chi aveva scelto la dieta del digiuno a giorni alterni – ossia un giorno si mangia normalmente mentre l’altro non più di 500 calorie, spiega l’analisi pubblicata su Jama of Internal Medicine – il dimagrimento era stato pari al 6% del peso corporeo. Lievemente di più. Ma il tasso di volontari che ha smesso questa dieta durante lo studio perché troppo dura è stato pari al 38%, contro il 29% degli “abbandoni” tra chi ha seguito le diete piu’ comuni.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto