Madonna: il nuovo disco tra eccessi, duetti e figli (video)

Certo, parla di musica perché è in giro per promuovere il nuovo disco, “Rebel Heart”. E Madonna appare spocchiosa quando non eccessiva, con il jet privato, lo staff di una decina di persone pronte a intervenire se il maquillage lascia il posto alla pelle resa troppo lucida da sebo e sudore e la bacchettata a Fabio Fazio quando viene interrotta. “Sto parlando io”, ribatte infatti registrando l’intervista che andrà in onda su Rai3 domenica prossima, 8 aprile, all’interno della trasmissione “Che tempo che fa”. Ma non si tira indietro quando le chiedono di confermare le sue stroncature alla politica europea, come quelle di qualche giorno fa a una radio francese.

“Europa intollerante? Guardate Charlie Hebdo”

“Si respira un’aria da Germania nazista”, aveva detto infatti ai microfoni d’oltralpe e quando le viene chiesto di spiegare meglio Madonna, 57 anni ormai, afferma: “È una sensazione che ho avuto durante il mio ultimo tour, una percezione che poi mi ha portata a girare un cortometraggio, ‘Secretprojectrevolution’. Mi sembra ci sia un’intolleranza crescente verso tutti quelli che sono diversi, ho visto una discriminazione forte, per questo ho detto quelle cose. Se vogliamo convivere dobbiamo alzare il livello di tolleranza. Quello che è successo a Charlie Hebdo ha svegliato tutti perché abbiamo sempre dato per scontata la nostra libertà. E ce ne accorgiamo solo quando manca”.

La collaborazione con Mike Tyson

Però poi torna al disco, in uscita il 10 marzo, e al relativo tour, che non toccherà tuttavia Mosca, nonostante le posizioni anti Putin e pro Pussy Riot della popstar. Valuterà più avanti se andarci, ma che non si dica che teme le ritorsioni dell’oligarca russo. “Non ho mai avuto paura di andare da nessuna parte”, aggiunge infatti e poi devia sui personaggi dei singoli brani, da Giovanna d’Arco agli Illuminati, ma anche sugli stili musicali per i quali si è confrontata (e ha duettato) con un panorama ampio di interlocutori, compreso l’ex pugile Mike Tyson. Infine un accenno alla famiglia e soprattutto ai figli.

Figli e social network: “Guardiamo oltre le critiche”

Lourdes Maria e Rocco John non sono più proprio dei bambini. Lei va per i 19 anni mentre il ragazzino ne ha 15 e possono esprimere giudizi disincatati sul lavoro di Madonna. “Hanno amato molto alcune canzoni, altre meno”, spiega lei infatti, “e io sto attenta al loro giudizio. Hanno buon gusto e opinioni forti. Come la madre”. A proposito delle critiche altrui che le piovono addosso invece come vengono vissute dai ragazzi? “I miei figli sono sui social network. Ho sempre spiegato ai ragazzi la distinzione tra la professionista e la mamma. A volte anch’io vengo ferita dai commenti negativi, ma non posso farci nulla se non guardare oltre”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto