Candy Candy: i 40 anni della prima eroina dei cartoni giapponesi (video)

Il tempo è passato anche per Candy Candy e, per quanto non li dimostri, a breve compirà 40 anni. Era infatti l’aprile 1975 quando la fumettista giapponese Yumiko Igarashi, partendo da un romanzo di Kyoko Mizuki, usciva in edicola con il primo albo in cui compariva la ragazzina bionda divenuta simbolo di un’intera generazione di teenager. Per quasi vent’anni, fino ai Novanta inoltrati, l’orfana che sogna di fare l’infermiera da grande è stata anche un fenomeno televisivo dopo il cartone animato che dal 1980 è comparso sul piccolo schermo per la Toei Animation.

In arrivo anche un libro di Lidia Bachis

Per celebrare la ricorrenza e rilanciare le avventure della giovane ambientate all’inizio del Novecento, nelle librerie italiane è in uscita anche un libro. Si intitola “Candy Candy – Amori e battaglie della prima grande eroina dell’animazione” (Edizioni Ultra) ed è stato curato dall’artista romana Lidia Bachis. Qui sono radunate 100 tavole che ricostruiscono la saga della protagonista e che la mettono in relazione con altre grandi donne del mondo della letteratura, come Jane Eyre di Charlotte Bronte o le piccole donne di Louisa May Alcott.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto