McDonald’s dice addio al pollo agli antibiotici

Un’importante notizia per i consumatori arriva dagli Stati Uniti. Uno dei colossi del fast food corregge i suoi menù. McDonald’s  ha deciso, infatti, di rivedere gli ingredienti del proprio menù. E di dire addio nei suoi ristoranti americani al pollo con antibiotici, facendo un passo avanti importante per la salute umana.

 

Mucche cresciute senza l’ormone rbST

Il colosso degli hamburger aggiunge nei suoi menù anche il latte parzialmente scremato e lil atte parzialmente scremato al cioccolato da mucche non cresciute con l’ormone artificiale rbST.
”I nostri clienti vogliono alimenti che vogliono realmente mangiare e queste modifiche sono un passo in avanti per centrare queste aspettative”: afferma il presidente di McDonald’s Us, Mike Andres, sottolineando che McDonald’s ”continuerà a valutare i propri alimenti per offrire ai clienti il sapore e la qualità che chiedono”. Ma finora non è andata così e ora lo riconsce anche il colosso dei fast food.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto