Buuuu razzisti contro Koulibaly, due turni di squalifica alla curva laziale

Commovente abbraccio, ieri sera durante Lazio-Napoli, dell’attaccante nero della Lazio, Keita Balde Diao al difensore nero del Napoli Kalidou Koulibaly, vittima di cori razzisti da parte della curva biancoceleste durante la partita all’Olimpico.

Dopo averlo abbracciato in campo, Keita ha affidato il suo pensiero ai social: “Questo gioco è molto di più che nero, bianco o verde! Tanta ammirazione per te amico”, le parole di pubblicate assieme alla foto che lo ritrae in campo abbracciato al difensore azzurro (e che vedete in parte in apertura).

Intanto il giudice sportivo ha squalificato per due turni la cruva della Lazio e ha comminato 50.000 euro di multa al club di Lotito.

aaaakoulidue

Koulibaly regala la maglia a un bambino 

“Una vittoria importante! Però stasera voglio ringraziare tutti per i messaggi di solidarietà che mi sono arrivati. Voglio ringraziare anche i giocatori della Lazio, ma soprattutto l’arbitro Irrati per il suo coraggio. Ringrazio i miei compagni di squadra, la società e i nostri tifosi che sono stati di un grande sostegno contro questi brutti cori! Andiamo avanti e forza Napoli sempre!”: ha scritto Kalidou Koulibaly su un social network, dopo i cori razzisti hanno portato alla sospensione della partita per 4 minuti.

Il difensore azzurro (ieri in maglia rossa) era apparso molto scosso, tanto che i compagni avevano dovuto incoraggiarlo, come mostra la foto qui sopra.

A Castel Volturno, nella notte, è comparso anche uno striscione con la scritta: “Onore al tuo colore K2 Koulibaly vero lottatore”. Lo hanno affisso all’esterno del centro tecnico del Napoli i tifosi azzurri del club Casal Di Principe.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto