Rimpianta Alessia, suicida in mare a Capodanno dopo una lite col fidanzato

Manca l’identificazione ufficiale, ma c’è tanto dolore per la perdita di Alessia Puppo.

Il cadavere della donna di Strevi (Alessandria) – dispersa in mare dalla sera di Capodanno ad Albenga (Savona) quando dopo una lite con il compagno – è stato trovato ieri. Il corpo è stato avvistato in mare intorno alle 13,30 dai soccorritori al largo di Alassio e recuperato.

Secondo la capitaneria di Savona non ci sono dubbi sulla sua identità. Le ricerche degli uomini e dei mezzi della capitaneria di porto e dei vigili del fuoco erano iniziate già la sera di Capodanno, subito dopo l’allarme lanciato dagli amici di Alessia ed erano state portate avanti fino a ieri. Secondo quanto ricostruito dai testimoni, Alessia, di professione truccatrice, aveva cenato in allegria con la compagnia giunta dal Piemonte in Riviera per il cenone, ma all’improvviso aveva avuto un diverbio con il fidanzato, era corsa in spiaggia e tolta la giacca si era gettata in mare. Ad Albenga si sono recati i genitori e il fratello della donna.

Sgomento a Strevi, il sindaco: “Ci mancherà”

C’è sgomento a Strevi per la tragica fine di Alessia Puppo, la giovane donna ritrovata morta, oggi, nel mar Ligure dove si era buttata nella notte di Capodanno dopo una lite con il fidanzato, ad Albenga (Savona). Tornando dall’obitorio, il sindaco del piccolo paese della provincia alessandrina, Alessio Monti – che è stato particolarmente vicino ai familiari – tradisce una profonda commozione.

“Come Comune – spiega – organizzeremo, di certo, qualcosa per ricordare Alessia, una concittadina che ci mancherà molto”.

 

Le notizie del 3 gennaio: tsrovato il cadavere

Ora è certo che è morta. Si è suicidata la notte di Capodanno, dopo una lite furiosa col suo fidanzato.

È stato trovato il cadavere di Alessia Puppo, una giovane truccatrice, la donna di Strevi (Alessandria) dispersa in mare dalla sera di Capodanno ad Albenga (Savona).

La donna, dopo una lite con il compagno, fu vista gettarsi in acqua. Il corpo è stato avvistato in mare dai soccorritori al largo di Alassio e subito recuperato. Secondo la capitaneria di Savona non ci sono dubbi sulla sua identità, anche se manca ancora il riconoscimento ufficiale.

Due giorni di ricerche

Le ricerche degli uomini e dei mezzi della capitaneria di porto e dei vigili del fuoco erano iniziate già la sera di capodanno subito dopo l’allarme lanciato dagli amici di Alessia ed erano state portate avanti fino a oggi nelle ore diurne.

Secondo quanto ricostruito dagli amici e dai testimoni, Alessia aveva cenato in allegria con la compagnia giunta dal Piemonte in Riviera per il cenone ma all’improvviso aveva avuto un diverbio con il fidanzato, era corsa in spiaggia e tolta la giacca si era gettata in mare. Da quel momento è scomparsa. Ad Albenga si sono recati i genitori e il fratello della donna.

Due giorni di ricerche prima del ritrovamento

Ancora senza esito le ricerche scattata la scorsa notte dopo che Alessia, una donna di circa 30 anni, si sarebbe gettata in mare ad Albenga (Savona) dopo una lite con il fidanzato. Secondo quanto hanno dichiarato gli amici della coppia, di origini piemontesi, che festeggiavano il Capodanno in un locale sul lungomare, la donna si sarebbe allontanata dopo un violento litigio e si sarebbe poi gettata in mare.

Usato anche un elicottero

Le ricerche sono state sospese per alcune ore e sono riprese ieri mattina da parte di Capitaneria di porto, carabinieri e vigili del fuoco che hanno anche chiesto l’intervento di un elicottero. Finora invano.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto