Le Iene in onda con un audio che incastra i Marquez (il video della puntata)

Avevano ragione le Iene, non sono mai entrate nella casa di Marc Marquez, non hanno mai picchiato né il pilota spagnolo né i suoi familiari e soprattutto è falsa tutta la ricostruzione pubblicata dai media spagnoli contro i due giornalisti di Italia1 e il loro operatore.

Lo ha documentato chiaramente quanto è andato in onda sulla rete Mediaset, in prima serata, ieri sera. Ecco il video che è chiarissimo in tutti i passaggi. E da venerdì i piloti sono sul circuito di Valencia a provare per la gara ti domenica, mentre si attende la sentenza del Tas di Losanna sul ricorso presentato da Valentino Rossi.

Qui il link alla puntata delle Iene

 

 aaaaaienedue

La ricostruzione alla vigilia della messa in onda

Le Iene annunciano: “Nella puntata di oggi, lunedì 2 novembre, tutti i retroscena sulla vicenda Marc Márquez-Corti/Onnis, culminata nelle denuncia del pilota spagnolo.

Le Iene qualche giorno fa si sono recate in Spagna per provare a consegnare al pilota di MotoGP uno speciale premio ironico ideato per celebrare le ‘gesta’ del campione spagnolo all’ultimo Gran Premio. Ma le cose non sono andate come i due si aspettavano.

Nel servizio verranno mostrati i materiali che gli inviati sono riusciti a salvare dopo lo spiacevole episodio e che documentano come sono andate effettivamente le cose.

Il programma va in onda su Italia1, a partire dalle 21,15.

 

Presentata anche una denuncia contro Marc Marquez

Gli inviati di Le Iene Stefano Corti e Alessandro Onnis hanno dato mandato ai loro avvocati per denunciare Marc Marquez e i suoi familiari per aggressione, lesioni, calunnia e rapina.

Lo ha reso noto Mediaset. La settimana scorsa, Corti e Onnis – come raccontiamo qui sotto – si erano recati nel paese di Marquez, in Spagna, per consegnare la Coppa Minchia, un “premio” provocatorio, com’è loro abitudine, al pilota della Honda per i contrasti con Valentino Rossi a Sepang, provocando la reazione dello stesso pilota, del padre, dal fratello e da un amico.

 

“La versione dei Marquez non è veritiera”

Secondo una nota del programma, la versione dei fatti riportata dai legali di Marquez “non è veritiera”.

“Il pilota non è stato nè insultato nè umiliato, tantomeno nessuno della sua famiglia è stato spinto o strattonato. Al contrario – prosegue la nota – sono stati Corti e Onnis a subire violenza e a vedersi sottrarre le schede. Alcuni materiali che documentano come sono andate le cose sono stati salvati e saranno trasmessi lunedì”, cioé stasera.

 

Il clamore in Spagna e la “manipolazione” di Marca (le notizie del 31 ottobre)

Clamore in Spagna per una sortita delle Iene a casa di Marc Marquez, dove volevano consegnare il Premio Minchia, un’onorificenza di loro invenzione dopo gli scontir con Valentino Rossi a Sepang e le polemiche conseguite. Questo il racconto di ieri sul sito della popolare trasmissione: “Le nostre Iene Stefano Corti e Alessandro Onnis oggi pomeriggio sono andati in Spagna per provare a consegnare al pilota di Motogp Marc Marquez la “Coppa di Minchia”, uno speciale premio ideato per celebrare le “gesta” del campione spagnolo. Ma le cose non sono andate come i due si aspettavano.

“Siamo arrivati nei pressi dell’abitazione dei genitori del pilota dove abbiamo incontrato Marc Marquez, suo padre, suo fratello e un loro amico. Quando abbiamo provato a consegnare la nostra coppa siamo stati aggrediti e nella colluttazione hanno rotto la telecamera e sottratto le schede video. Probabilmente volevano una coppa più grossa”.

Stefano ed Alessandro ora sono in ospedale dove si stanno facendo medicare le lesioni riportate”.

aaamarcadue

La risposta degli spagnoli

Fin qui il post delle Iene. Le cose, secondo Marca, un quotidiano sportivo spagnolo sono andate diversamente: “Marquez è stato vittima di uno sgradevole incidente con un gruppo di giornalisti italiani. È stato strattonato, spintonato e insultato all’interno della sua proprietà e si è ritrovato con dei graffi sul collo, come riportato da fonti della polizia”.

Sempre secondo gli spagnoli “Marc è rientrato da una sessione di ‘dirt track’ con suo fratello e suo padre. Ad aspettarlo, davanti all’ingresso del parcheggio, c’erano Stefano Corti e Alessandro Onnis delle Iene con una telecamera”.

C’è da dire che la foto pubblicata da Marca è “truccata”, tanto è vero che il pilota è con la tuta e mostra la mano fasciata, quella che si è ferita con la caduta dalla bici in allenamento e la frattura del mignolo. Contesto completamente diverso dalla vicenda delle Iene, quindi.

 

Hanno rotto bottiglie per simulare il podio

Comunque Marca sostiene nel testo che “Dopo aver ricevuto il rifiuto di Marquez a essere intervistato, sono entrati nel parcheggio e hanno rotto contro un muro e per terra due bottiglie di spumante per simulare un podio. Il padre di Marc è uscito dall’auto, molto arrabbiato anche perché i giornalisti avevano un trofeo a forma di gigantesco apparato genitale, chiamato “Coppa di Minchia”, da consegnare al pilota spagnolo. A quel punto Marc ha chiesto ai giornalisti di uscire dalla sua proprietà ed è stato strattonato da un braccio, spintonato e preso per il collo.

Marquez è rimasto ferito, anche se in maniera lieve. La famiglia del pilota ha quindi chiamato le forze dell’ordine che hanno detenuto i giornalisti e sequestrato le immagini. Marquez ha sporto denuncia”.

Forse sarebbe ora di smetterla di soffiare sul fuoco alla vigilia di un Gran premio già teso, come quello che si correrà l’8 novembre a Valencia.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto