Uomini: uno studio dice qual è la misura “giusta”

Qual è la “lunghezza giusta”? Alla domanda, che tormenta le persone di sesso maschile (e non solo) dalla notte dei tempi, arriva finalmente una risposta scientifica. La questione delle misure è infatti stata affrontata in uno studio pubblicato sul Bju International, il giornale degli urologi britannici.
Lo studio: analisi su soggetti a “riposo” e “al lavoro”
La ricerca aveva l’obiettivo di fornire ai medici uno strumento oggettivo con il quale affrontare le paure dei pazienti, spesso affetti da un disturbo chiamato dismorfofobia, che porta le persone molto insicure del proprio aspetto avere una visione distorta del proprio corpo. Ed è per questo che gli studiosi hanno indagato le misure del pene – lunghezza e circonferenza – “a riposo” e in erezione. La ricerca serviva anche a capire il perché molti preservativi falliscono nell’obiettivo di prevenire malattie sessualmente e gravidanze indesiderate.
Il numero giusto? 13 centimetri
Per porre fine a questi dilemmi, i ricercatori hanno analizzato 17 studi presenti nella letteratura medica, mettendo sotto la lente le misure di 15.000 maschi.
I dati raccolti hanno rilevato che la lunghezza media di un pene a riposo è di 9,16 centimetri, mentre quando è in erezione mediamente arriva a 13,12 centimetri. La circonferenza passa invece da 9,31 cm di media a 11,66.
Siamo insomma ben lontani dai 24 centimetri di lunghezza i 16 di circonferenza di Rocco Siffredi… Gli uomini possono stare tranquilli.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto