Il Tar annulla gli aumenti degli asili nido di Roma

Novità positiva per tante famiglie romane, grazie a un ricorso del Codacons accolto dal Tar del Lazio, che ha annullato gli aumenti delle tariffe per gli asili nido capitolini per l’attuale anno scolastico 2014-2015.

Lo ha deciso la II sezione del Tar del Lazio, accogliendo un ricorso di alcuni genitori appoggiato dall’associazione dei consumatori. I genitori si erano rivolti al Tar per lamentare il fatto che, a iscrizioni già perfezionate, la delibera dell’Assemblea capitolina contestata aveva rideterminato le tariffe aumentandole e abolendo l’esenzione per il terzo figlio.

 

Il Tar: “Delibera illegittima”

Per il Tar, “deve ritenersi l’illegittimità della delibera – si legge nella sentenza – con cui, una volta perfezionatosi il procedimento di iscrizione agli asili nido comunali, vengono introdotte modifiche tariffarie più gravose per gli utenti i quali, al momento del perfezionamento dell’iscrizione, hanno fatto affidamento sull’applicazione delle tariffe vigenti all’epoca conosciute e conoscibili”.

 

Una lesione del bilancio delle famiglie

Secondo i giudici amministrativi, poi, la revisione delle tariffe nella parte in cui le stesse vengono disposte anche che l’Anno educativo 2014-2015, “si traduce in una lesione dell’affidamento legittimamente riposto dai ricorrenti nella permanenza degli unici costi conosciuti e conoscibili di fruizione del servizio richiesto e accettato, e, più in generale, delle regole di imparzialità, correttezza, lealtà dei comportamenti e buona fede”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto