Delitto Meredith: Rudy Guede chiede la revisione del processo

Rudy Guede ha chiesto la revisione del processo per il quale è stato definitivamente condannato a 16 anni di reclusione per l’omicidio di Meredith Kercher. L’istanza “per non avere commesso il fatto” è stata depositata alla Corte d’appello di Firenze dai suoi difensori, gli avvocati Tommaso Pietrocarlo e Monica Grossi. La revisione è stata chiesta per quello che i legali considerano un contrasto di giudicati con la sentenza che ha assolto Raffaele Sollecito ed Amanda Knox.

aaasollecito

Una decisione non è attesa prima di fine mese. Intanto sulla richiesta è intervenuto Raffaele Sollecito (nella foto sopra). “Io e Amanda Knox siamo innocenti e non eravamo sulla scena del crimine”, ha ribadito. “Abbiamo una posizione totalmente diversa da quella di Rudy Guede. Quello che dice non mi interessa. Le sue tracce sono sulla scena del delitto, ha raccontato bugie e l’alibi che ha sostenuto di avere ha finito per metterlo in cattiva luce”.

Delitto Meredith, slitta il permesso premio per Rudy Guede: problema burocratico, le notizie del 25 maggio 2016

Slitta il via libera esecutivo al permesso di 36 ore per Rudy Guede, condannato per l’omicidio di Meredith Kercher. Lo ha annunciato il suo legale, Fabrizio Ballarini: “La fase esecutiva ha avuto un rallentamento per una questione burocratica logistica”. Nella struttura che dovrebbe ospitare Guede mancano infatti le cucine. “Attendiamo serenamente la decisione del tribunale di sorveglianza”, ha aggiunto Ballarini.

aaaarudi

Permesso premio per Rudy Guede: “Sentirò di nuovo il sole”, le notizie del 23 maggio 2016

Un permesso premio di 36 per per Rudy Guede, 29 anni, l’unico in carcere per l’omicidio di Meredith Kercher (nella foto sotto) dopo l’assoluzione definitiva di Amanda Knox e Raffaele Sollecito. Un’assoluzione dopo la quale chiedeva di rivedere la sua posizione, come si legge più sotto.

aaameredith

“Saranno 36 ore preziosissime”

Dall’omicidio, avvenuto a Perugia il 1° novembre 2007, sono trascorsi quasi 9 anni e il giovane è stato condannato a 16 anni di reclusione per concorso di omicidio. E così, trascorsi i termini, Guede potrà lasciare per la prima volta il carcere mercoledì 25 e giovedì 26 maggio. “Potrò di nuovo sentire il sole sulla pelle”, dice, “e guardare fuori dalla finestra senza sbarre davanti agli occhi. Trentasei ore, ognuna di esse preziosissime. Ringrazio tutte le persone che mi hanno dato fiducia”.

A luglio arriverà la laurea in storia

Non è l’unica novità nella vita del recluso, che a luglio si laureerà in storia all’università Roma Tre. “Sarà come uscire da una caverna”, ha aggiunto, “come quella descritta nella Repubblica di Platone. Ma mentre i personaggi di Platone non sanno cosa c’è oltre il muro, io lo so, me lo ricordo bene e non lo dimentico. Continua la mia ‘seconda navigazione'”.

Rudy Guede: “Se Amanda e Sollecito sono innocenti, lo sono anch’io”, le notizie dell’8 aprile 2015

“In questa storia sono l’unico condannato. Complice di un omicidio senza colpevoli”: Rudy Guede, l’ivoriano condannato a 16 anni per l’omicidio di Meredith Kercher, esce allo scoperto dopo l’assoluzione di Amanda Knox e Raffaele Sollecito per l’omicidio della studentessa inglese, Guede ora chiede la revisione del processo: “Sono convinto che nelle motivazioni della sentenza della Cassazione troveremo elementi utili per ribaltare il verdetto”.

 

“Il rito abbreviato non è un’ammissione”

“Da voi il rito abbreviato è visto come un’ammissione di colpevolezza – dice Guede oggi in un’intevista a Repubblica – io invece pensavo di dimostrare subito la mia innocenza”. Nel carcere di Viterbo, Rudy è un detenuto modello, fa palestra e studia per l’ultimo esame prima della laurea in scienze sociali storiche. “Voglio fare in modo che il tempo trascorso dietro le sbarre sia valso a qualcosa”, spiega.

E conclude: “So che non sarà facile, ma la riabilitazione mi consentirà di trovare un lavoro, magari in Italia. Voglio dimostrare a tutti che non sono un mostro e farmi dimenticare”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto