Ragusa, neonato muore dopo il vaccino: la procura apre un’inchiesta

“Stabilire con certezza le cause della morte”. Per questo la procura di Ragusa ha iscritto nel registro degli indagati una decina di persone, tutte dipendenti dell’ospedale Paternò Arezzo e dell’Asp dopo la morte di neonato a cui era stato somministrato poco prima un vaccino obbligatorio. Sul corpo del bambino di 2 mesi è già stata disposta l’autopsia, che viene eseguita oggi, 2 luglio. Il decesso, invece, risale a sabato 29 giugno e dopo la morte, avvenuta all’ospedale di Ragusa, i genitori hanno presentato un esposto.

Già acquisita la cartella clinica

La decisione di notificare gli avvisi di garanzia firmati dal pubblico ministero Valentina Botti, che sta coordinando l’indagine affidata ai carabinieri, discende da un atto dovuto per poter procedere con la necroscopia. I militari hanno già acquisito la cartella clinica del piccolo e la procura, in una nota, ha fatto sapere che si sta cercando di “far luce su eventuali responsabilità di colpa medica da parte dello staff dell’ospedale o del personale dell’Asp di Ragusa che ha provveduto alla somministrazione dei vaccini, cui apparentemente sembrerebbe essere stato conseguente il decesso”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto