Tre anni senza Lucio Dalla: un film e una non stop per ricordarlo (video)

Avrebbe compiuto 72 anni il prossimo 4 marzo, se non fosse morto nel 2012, 3 giorni prima del suo compleanno. E quest’anno, per ricordare il cantautore morto all’improvviso a Montreux, la città svizzera dove si era esibito in un concerto la sera prima, sono due le iniziative principali in programma: la doppia proiezione a Milano e a Bologna del film “Senza Lucio” con la partecipazione di Marco Alemanno, colui che gli è stato vicino nell’ultima fase della sua vita, e l’apertura della sua casa nel pieno centro della città emiliana, in via D’Azeglio, trasformata ufficialmente in quello che era già nei fatti, un museo.

“Senza Lucio”: le voci di chi lo ha conosciuto

Presentato in anteprima al Torino Film Festival 2014, il film è programmato per il 4 marzo, a partire dalle 20.30, nella Sala Bio di Milano. E oltre ad Alemanno, in sala interventono il regista Mario Sesti e il produttore Massimiliano De Carolis. Già il titolo è una citazione, da “Senza luce”, il brano che i Dik Dik tradussero in versione italiana partendo da “A whiter shade of pale” dei Procol Harum. Poi c’è il racconto delle tante passioni che Lucio Dalla e Marco Alemanno condividevano: oltre al legame umano che li univa, c’era l’amore per il Mezzogiorno d’Italia, per il cinema e per l’arte, solo per citarne alcune. Tante inoltre le voci che si alternano nel corso del film: tra queste, quelle di Renzo Arbore, Charles Aznavour, Paolo Nutini, John Turturro, i fratelli Taviani, Isabella Rossellini, Ernesto Assante, Gino Castaldo, Piera Degli Esposti, Paola Pallottino, Toni Servillo. A Bologna, invece, il film verrà proiettato 2 volte, sempre il 4 marzo: la prima alle 19.30 e la seconda alle 21.15 al Cinema Odeon, in via Mascarella 3.

La non stop bolognese: tre giorni per ricordarlo

La seconda iniziativa, invece, è curata dalla Fondazione Lucio Dalla con la visita all’abitazione di via D’Azeglio 15. Visita iniziata il 2 marzo, e che si concluderà il 4. Per chi volesse partecipare al tour nelle stanze che hanno contenuto un pezzo della vita e della carriera di Dalla, poche sono le speranze tuttavia di poterlo fare, dato che i biglietti sono già andati esauriti. Chi, invece, un ingresso se l’è aggiudicato, entrerà in uno dei 4 turni previsti alle 11, alle 14, alle 16 e alle 18. A quel punto si potranno vedere le opere d’arte che l’artista ha collezionato nel corso della sua esistenza, i ricordi del passato, la stanza del cinema e gli ambienti in cui componeva e provava con gli amici e colleghi.

Una carrellata di big per Lucio

Proprio gli amici e colleghi si danno appuntamento a Bologna, nel corso di questi giorni, per performance dal vivo ed esibizioni a sorpresa. Tra chi sarà presente in città, figurano i nomi di Samuele Bersani, Caterina Caselli, Gaetano Curreri degli Stadio, Gigi D’Alessio, Paolo Fresu, Alessandro Haber, Linus, Gianni Morandi, Noemi, Katia Ricciarelli, Ron e Ornella Vanoni. Si aggiungono poi gli studenti della Scuola di teatro di Bologna “Alessandra Galante Garrone” e i giovani artistici del conservatorio “Giovanni Battista Martini” di Bologna.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto